Tag Archives: GITE E VIAGGI

IL BUON PROFUMO DEL PANE …..

Adoro il Sud Tyrol, mi piace in ogni stagione! D’inverno immerso nella neve e nel Natale, di primavera e d’estate con le sue verdi distese e l’autunno con i suoi colori caldi…Una costante che puoi trovare qui in qualsiasi stagione sono i suoi sapori…gusti nordici e prelibati dall’antipasto con lo speck al dolce con i mirtilli rossi e le salse alla vaniglia di accompagnamento allo strudel..
Così avendo dovuto rinunciare alle vacanze estive, con la mia dolce metà ci siamo voluti regalare un weekend lungo a Bressanone, dove guarda caso c’era proprio la fiera del pane e dello strudel. Un’ottima occasione per rilassarci un po’ e assaggiare prelibatezze nonchè, per me, prendere spunto per nuove ricette.
Nonostante ci abbiano tacciato in molti di aver pensato solo al cibo in quei giorni, posso assicurarvi che non rischierò il diabete per la quantità di dolci ingurgitati, grazie alle lunghe camminate per borghi, castelli e abbazie.
Vi lasci ad un resoconto fotografico ma prima non mancherò nel darvi alcune dritte, semmai voleste recarvi da quelle parti…io intanto penso cercherò qualcuno che mi addotti, così mi ci trasferirò definitivamente!
BRESSANONE
Caffè dell’Hotel Adler 
Fantastico caffè con ambiente moderno ed elegante, con una tisana                                               originale per ogni stagione e dolci deliziosi, io non posso far a meno dei                                         tortini con semi di papavero alla salsa di mela o ai lamponi e i tortini                                             alle mele.
Pasticceria Pupp 
Buonissimi strudel sia di pasta frolla che di pasta sfoglia
Hotel Haller 
Ottima location per soggiornare con un  variegato ristorante da                                                   un’ottima cucina, il loro strudel può suscitare una dipendenza difficile da                                     curare!
Abbazia di Novacella 
Antica Abbazia ancora in ottimo stato con un ottimo caffè che offre                                             birre  selezionate e deliziosi taglieri. Nello shop potrete trovare una                                             gran quantità di tè e tisane le cui erbe sono selezionate a mano e                                                   trattate artigianalmente. Vi consiglio di                                                                                               raggiungerla a piedi lungo la pista ciclabile, partendo dal Caffè dell’Hotel Adler, sono                 circa 3km ma è una passeggiata molto piacevole e completamente in piano.
BRUNICO
Pasticceria Acherer 
Un negozio minimale con un bancone bianco, annesso ad un negozio di composizioni                   floreali, ma a dar colore sono i dolci. vi assicuro che non potete uscire da lì senza                       averne  preso qualcuno da assaggiare! Sono di finissima e altissima pasticceria, e i                 prezzi sono quelli di una pasticceria normale nonostante servino dei piccoli capolavori.           C’è pure un piccolo tavolino a scompara in fondo al negozio per poter fermarsi gustare             i dolcetti direttamente lì. 
Museo dello speck 
Entrate in un negozio, nel centro del paese, che vende ogni tipo di speck immaginabile             (anche di cinghiale) e scendendo una scaletta interna vi trovate nel “Museo”, pieno                 dell’odore forte dello speck e delle sue spezie, l’istinto è quello di abbracciare quelle                   forme così invitanti!
Castello di Brunico 
Un’altra bella passeggiata al termine della quale ci si può tranquillamente accomodare             su  una panchina e godersi il sole e il silenzio.
Ristorante Weisses Lamm 
Ristorantino a conduzione famigliare molto tipico con ottimi prodotti (Dai                                     canederli al goulasch passando per il carpaccio di cervo, ad esempio). 
Genussmarkt Pur 
Un mix tra una bottega bio con prodotti selezionati della zona, ricordando Eataly, e                   una vineria che offre ottimi taglieri e panini e deliziose birre o succhi analcolici come                 quello di mela o di sambuco. Non si può non pranzarci almeno una volta.


NELLE LANGHE CON CASCINA SAN CASSIANO

Vi ricordate il video contest di Cascine San Cassiano? Non per celebrarmi ma con molta soddisfazione l’ho vinto  e come premio ho passato un fantastico weekend nelle Langhe loro ospite con la mia amica Gio artefice del video e del montaggio e quindi covincitrice :-).


E’ stato un bellissimo weekend tra amiche e devo ringraziare assolutamente Cascine San Cassiano per il trattamento ricevuto…ho avuto il piacere così di conoscere delle belle persone e di essermi sentita a casa.


Così mentre preparo il prossimo post…e sarebbe anche ora visto che latito da un po’ vero? Vi lascio qualche ricordo di questo viaggio attraverso le foto che ho scattato e il link alla video intervista che hanno fatto a me e a Gio in quell’occasione… in più vi ricordo che è partito il nuovo visualfoodcontest (di cui sarò uno dei giudici) di Cascine San Cassiano.

                                             


GIROVAGANDO PER LANGHE E ROERO….

Allora vi piace la nuova veste di Rosso Lampone?…Vi ho lasciati la scorsa settimana in procinto di partire per le langhe, bè che dire…il mio primo anniversario con il Moro è stato fantastico…il miglior anniversario che abbia mai passato…e che posti…e che mangiate!!!! Avrò preso 5 kg!!!
Ieri invece ultimo giorno di lavoro e lunedì si parte alla volta della Sicilia per le tanto sospirate vacanze estive così vi abbandonerò per un po’…
Così per salutarvi e augurarvi buone vacanze vi lascio qualche chicca dell’ultimo week end…


abbiamo soggiornato all’Agriturismo Antico Pedaggio di Guarene ..ve lo stra consiglio! Ambiente  molto caldo e ben curato  e pulitissimo…le camere sono spaziose e molto bene rifinite con le travi a vista (volendo si può anche soggiornare in appartamenti che la struttura mette a disposizione) e dei colori caldi con mobili in arte povera e a colazione non si può non sedersi e non assaporare le buonissime marmellate che preparano gli gestori (estremamente disponibili e gentili) con la frutta che coltivano..io mi sono letteralmente drogata di marmellata di pere..una delizia! (sono stati così carini da regalarmene un vasetto). E poi con una modica cifra per pernottamento e colazione si può usufruire anche della piscina e godersi un pieno relax!


A pranzo e a cena abbiamo trovato soluzioni alternative perchè l’agriturismo non fornisce questo servizio così siamo andati a zonzo e vi posso assolutamente consigliare tra tutti:


Trattoria da Gemma a Roddino:…rustica, rustica, rustica….27€ e ti portano almeno 4 antipasti, due primi, due secondi , 4  dolci, caffè .. acqua e vino e pane… tutto è rigorosamente casalingo e stra buono….e naturalmente tutta cucina tipica piemontese e langarola….noi al secondo stavamo morendo! Per due persone possono trovare un posto abbastanza ma è sempre meglio prenotare..anzi obbligatorio se si è di più e in quel caso bisogna farlo almeno qualche mese prima e non sto scherzando!


La Madernassa resort a Guarene: Fashion, elegante, romantica! Si mangia in terrazza con un servio elegante ma i camerieri sanno come metterti a tuo agio e sono molto gentili, i piatti sono ideati da uno chef giapponese che unisce la sua cultura e la cucina piemontese creando dei piatti buonissimi e hanno uno stile nel presentarli con pochi paragoni, in più non ha costi esorbitanti! Cosa c’è di meglio poi di mangiare seduti ad un tavolo con davanti una vista mozza fiato sulle colline langarole? Tra l’altro hanno anche una piscina e si può prendere il sole sul prato all’inglese circostante in bellissime sdraio di vimini…davvero tutto molto chic..peccato solo che di domenica la piscina è stra affollata….


Prima di lasciarvi a qualche foto e augurarvi buone vacanze, vi scrivo il link del video-contest delle Cascine San Cassiano  a cui è stato molto divertente partecipare 🙂 ..naturalmente per il video è doveroso ringraziare la Lupa… cliccate e commentate magari riesco a vincere : http://www.youtube.com/user/cascinasancassiano#p/u/1/XCoKtuwPXD8

BUONE VACANZE A TUTTI!!!!!


LA PORTI UN BACIONE A FIRENZE……

Eccomi di ritorno da una breve vacanza a Firenze … eh si …ogni tanto ci ritorno. Adoro questa città, ormai la conosco a memoria e ho visto praticamente tutto ma ogni volta scopro qualche angolo nuovo e poi mi ci sento proprio a casa … poi questa volta ci sono andata con la mia dolce metà ed è stato anche meglio! Naturalmente non ci sono stati solo musei  e chiese da visitare… io e il moro ci siamo dati in toto alla gastronomia e comesi fa a resistere alla cucina toscana? Ho giusto qualche indirizzo e chicca per voi da consigliarvi … innanzitutto mentre siete in giro e decidete di fare una pausa per pranzo o merenda non potete perdervi un  panino da Ino … si trova in Via dei Georgofili  3r/7r… un panino costa sugli 8€ ma ne vale assolutamente! Prodotti di qualità e combinazioni  mai scontate … io questa volta ho provato il panino con provola, salame toscano (delle belle fettone! Mica come qui in Piemonte che è trasparente da quanto lo tagliano sottile) e melanzane e alla seconda capatina (eh si mi ci sono affezionata …) prosciutto crudo toscano e crema al tartufo … e se non vi va di addentare il pane… offrono anche assaggi di formaggi o salumi toscani ed altre prelibatezze e ci si siede al banco o nella saletta usando delle botti ocme tavolini…molto chic!.

Se poi non vi è bastato il panino da Ino…. Potete andare al Cernacchino un posticino delizioso che si trova in via della Condotta 38r… sembra una cucina calda e accogliente di casa da un po’ la sensazione di quando si va a casa della nonna o di quella zia che cucina benissimo per intenderci…sapori di tradizione ma che sapori!.. Offrono in uno spazio ristretto panini scavati da riempire (come fossero piattini) con lampredotto, patè di fegatini di pollo o in alternativa  paste calde con sughetti niente male o addirittura verdure… la nostra scelta è ricaduta su questa: focaccia bianca ( che a Firenze si chiama schiacciata) ripiena di porchetta saporitissima e senape fatta in casa…bè senza parole! Sembrava non mangiassimo da mesi!.. Tra l’altro sebbene piccolino, come posto ci si può sedere..c’è anche qualche tavolino su un soppalco.
Se dopo pranzo avanza ancora un posticino per il dolce dovete assolutamente andare a mangiare un gelato in via Dei Neri dalla gelateria Dei Neri … hanno almeno una trentina di gusti e non si soffermano a quelli classici ma spaziano anche su selezioni come pesche e amaretti ad esempio … e per non parlare del gelato alla vaniglia e alla nocciola di soia! Buonissimi e tanto di cappello visto che noi intolleranti al lattosio poche volte usciamo da una gelateria soddisfatti (soprattutto per chi come me ama i gusti di crema piuttosto che di frutta..e come si sa sono a base di latte o panna).
E dopo tanto girare la sera non vogliamo mangiarci una bella fiorentina che più buona non si può? Bè allora dovete assolutamente andare da Perseus in Via Don Minzoni (prenotate magari o aspetterete un bel po’)… non è un ristorante molto turistico ma è soprattutto frequentato dai fiorentini veri…ha l’aspetto di una classica trattoria toscana con molti elementi goliardici alle pareti…e soprattutto hanno la bistecca più buona di tutta Firenze! (Credetemi ne ho assaggiate parecchie)… tutto sommato come costo rimane nella media sui 49€ al kg… bene in attesa di rimettermi ai fornelli vi auguro una buona settimana e vi lascio qualche foto ….

RICORDI DAL TRENTINO…

Eccomi appena tornata dal trentino..adoro questa regione e poi in questo periodo con i mercatini di Natale e tutte le decorazioni è davvero suggestivo! Per non parlare della cucina..ho fatto indigestione di speck e ottimi affettati locali…canederli strudel..e una capatina al caffè Sacher a Innsbruck non poteva mancare.
 Naturalmente ho cercato nuove ideee e ricette e in effetti ho comprato anche qualche libricino qua e là e qualche formina strana per biscotti..
Io ho soggiornato a Bressanone e se vi dovesse capitare vi posso consigliare asolutamente l’hotel Haller: pulitissimo gestito da una famiglia molto cortese e disponibile e la cucina..non vi dico superlativa a un prezzo molto conveniente! Ho poi girovagato di qui e di là e visto che il tempo non era tantissimo ho scelto come mete giornaliere Innsbruck e Bolzano..senza nulla togliere alla città austriaca..ma Bolzano è strepitosa un’architettura suggestiva e una cattedrale bellisisma..se poi ci andate e vi viene voglia come me e al moro di mangiare dei canederli in brodo dovete assolutamente andare alla trattoria Vogele in via Goethe..non vi dico che bontà!


Eh si! anche per me finalmente sono arrivate le sospirate vacanze! Finalmente ormai siete praticamente tornati tutti e io disperavo..le mie ferie sembravano non arrivare mai…invece domani prender il volo (letteralmente…e come al solito inizia la solita fifa da aereo che mi prende ad ogni viaggio..non amo molto volare..quindi incrociate le dita per me che vada tutto bene) per Amsterdam e abbandonerò questi lidi per una settimana…spero di tornare con nuovi spunti per il palato e tante foto!

a presto (spero) e buona settimana a tutti!!


VENARIA REALE TRA NUVOLE E TURISTI

Torino la mia città non è conosciuta ai più come meta turististica cadendo qui in un grande errore…non perchè io ci abiti ma le sue piazze, i suoi palazzi barocchi e le stradine del centro sono già da soli un’ottima scusa per visitarla…in questo mese in occasione dell’ostensione della Sindone, la città si è riempita di turisti come non succedeva dalle Olimpiadi Invernali del 2006..ed è bellissimo vedere tutte queste persone con lo sguardo per aria, colte a scoprire una città che non rappresenta solo una realtà industriale grigia e triste…
Il primo maggio complice il tempo, non molto esaltante, con i miei amici abbiano deciso di andare alla scoperta della Reggia di Venaria Reale e dei suoi giardini…una piccola Versailles alle porte di Torino…nulla da paragonare all’omonima reggia transalpina o alla cugina reggia di Caserta, ma considerando che la reggia era stata abbandonata a se stessa da più di un secolo diventando da residenza di campagna di Casa Savoia a caserma, per poi essere abbandonata dal secondo dopoguerra e già prima spogliata di tutti i suoi arredi nonchè di porte, infissi e stucchi dall’esercito Napoleonico, è stata riportata non all’antico splendore…ma quasi. Tra l’altro d’estate si organizzano dei concerti di musica classica, pop e rock e lo scenario e l’acustica in mezzo ai giardini ve lo lascio solo immaginare…

  
   
Con questo post partecipo al contest 
Bellezze e Sapori d’Italia di:  I dolci del cuore