Tag Archives: DOLCI PER SAN VALENTINO

Colazione per due

San Valentino è probabilmente la ricorrenza più discussa. Viene  criticata principalmente per il business che l’accompagna e forse anche perché non si ha  nessuno con cui festeggiare e si pensa di doverla snobbare.  Ma con tutto questo rosso, potrebbe mai non piacermi? (altro…)


CUORI AL CUBO

Credo che non ci sia bisogno di San Valentino per poter dire a qualcuno che le lo amiamo, gli innamorati sanno di esserlo e non c’è bisogno di fiori, cioccolatini, cene a lume di candela per dirsi qualcosa di speciale. Però è bello aver una giornata da riempire di cuori… la giornata kitsch per antonomasia…dove il rosso la fa  fa da padrone!

Spesso mi trovo a interrogarmi su cosa sia l’amore e di come si riconosca e soprattutto dove fissi i suoi limiti. Io ho amato e continuo ad amare e posso dire di averlo fatto in modi diversi nella mia vita. Non esiste un’unico amore e soprattutto non trovate sarebbe noiosissimo se il significato di amore  fosse catalogato e intrappolato in una definizione statica? Non gli si toglierebbe colore?

Per me amore è mettermi in cucina e creare qualcosa per l’uomo che ho accanto, un uomo complicato e affascinante pieno di mille sfumature e spigoli. Un uomo forte che c’è, con cui parlo, con cui rido ma anche con cui mi scontro tanto. Un uomo che cresce pian piano con me, che sa piangere e ridere con me e che adoro prendere per la gola…

Ecco perchè dei cuori al cubo…perchè l’amore non è solo cuore ma è anche angoli non è solo curve ma anche geometrie..dolce ma anche acidulo  e a volte  forte e deciso…

Buon San Valentino  a tutti voi…

INGREDIENTI:

Marquise 
3 tuorli,
3 albumi,
150gr di zucchero a velo,
45gr di cacao amaro,
20gr di fecola di patate,
1 fiala di aroma alla vaniglia,
zucchero di canna qb,
Cheesecake
500gr di ricotta di mucca,
300gr di panna da montare,
170gr di yogurt greco,
zucchero a velo a piacere,
1 fiala di aroma alla vaniglia,
50gr di latte (io senza lattosio),
12gr di gelatina in fogli,
Inserti
375gr di lamponi freschi,
4gr di gelatina in fogli,
marmellata di lamponi,
125gr di cioccolato fondente 70%,
Montare i tuorli con 90gr di zucchero a velo. Aparte montare gli albumi con il restante zucchero a velo.
Unire i due composti mescolandoli delicatamente dall’alto al basso.
Aggiungere la fecola  il cacao e la vaniglia.
Versare il composto in una teglia quadrata di circa 22cm per lato (ingrassata con burro e farina o uno spray staccante).
Cuocere in forno caldo  a 160° per circa 10/12 minuti.
Preparare la cheesecake: 
lavorare la ricotta con lo zucchero a velo, aggiungere lo yogurt greco e la vaniglia. 
A parte scaldare il latte e mettere a reidratare in acqua fredda la gelatina in fogli. Portare a bollore spegnere e sgioglere la gelatina. Far intiepidire.
Montare la panna con due cucchiai di zucchero a velo e incorporarla alla ricotta.
Aggiungere il latte intiepidito e mescolare delicatamente.
Posizionare la marquise in una forma quadrata a bordi alti (20cm) rivestito internamente di fogli di acetato. Spalmare sulla base la marmellata di lamponi e distribuire dei lamponi freschi (non sui bordi).
Versare un po’ di crema (1/3) livellandola bene.
Posizionare gli stampini a cuore e esternamente coprire con la crema.
Far indurire in frigorifero qualche ora.
Preparar ela gelatina di lamponi: Passare in un tegame antiaderente i lamponi con un po’ di zucchero a piacere a fuoco vivo qualche minuto finché non si rompono.  Frullarli con un frullatore ad immersione e passarli in un colino filtrando i semi.
Scaldare e regolare di zucchero, spegnere e sciogliere la gelatina reidratata nell’acqua fredda.
far intiepidire poi prima che rapprenda la gelatina versare negli spazi creati nella cheese cake dalle formine a cuore (vanno tolte prima).
Mettere in frigorifero a solidificare.
Far sciogliere a bagnomaria il cioccolato e creare dei cuori da far solidificare.
Sformare e decorare a piacere con panna e cuori di cioccolato.


PARIS BREST ALLE FRAGOLE E CREMA DI LATTE

Com’era quella filastrocca sui mesi dell’anno che si insegna ai bambini? La conoscete?..Io mi ricordo solo il mese di marzo….”marzo pazzerello esci fuori e prendi l’ombrello…”. Direi che s’addice benissimo a questi giorni dove si alternano giornate calde e di sole, e giornate piovose e uggiose.

E’ così che si annuncia la primavera, finalmente è tornata! Finalmente la mezza stagione! Sarà che sono sempre stata fan delle vie di mezzo, ma questo tempo altalenante a me piace! Mi da un senso di banale normalità e serenità.

Con la primavera penso che tornino davvero i colori e lo si vede anche nel banco dell’ortofrutta e nei mercati, persino le nostre tavole diventano più allegre.

Così per celebrare il ritorno della bella stagione, ecco che secondo me chi meglio delle signore fragole e del loro bel color rosso acceso possono celebrarla?

Buona primavera a presto!

INGREDIENTI

Pasta choux
100gr di latte di soia ALPRO,
100gr di acqua,
4 uova,
120gr di farina 0 biologica,
1 cucchiaio di zucchero di canna,
1 pizzico di sale,
100gr di burro senza lattosio DELLA TORRE VAL DI NON,
50gr mandorle tritate,
Crema al latte
400ml di latte di soia ALPRO,
250ml di panna da montare senza lattosio Accadì,
40gr di farina di riso,
40gr di fruttosio
1/2 cucchiaino di miele,
2 cucchiaini di estratto di vaniglia,
250gr di fragole fresche
Per la pasta choux: Far scaldare in un pentolino l’acqua, il latte e il burro con lo zucchero di canna e il sale. Quando arriva a bollore togliere dal fuoco e incorporare la farina già setacciata, mescolando energicamente con una frusta. Rimettere sul fuoco e lavorare l’impasto fino a quando non diventa compatto e non si sfalda più (sul fondo del pentolino si deve formare una patina bianca).
Mettere in una ciotola a raffredare. Intanto a parte sbattere leggermente con una forchetta le uova.
Una volta freddo incorporare poco per volta le uova usando la planetaria con il gancio a foglia  o un frullino elettrico.
Mettere il composto in un sac-a-poche con bocchetta liscia e abbastanza larga.
foderare la placca del forno con un foglio di carta forno e disegnare con la sac-a-poche un cerchio di circa 10cm di diametro e un’altro al suo interno. Fare ancora un cerchio sulla sommità dei primi due (al centro dove si uniscano).
Continuare così finché avrete impasto. Spolverare la superficie dei paris brest con le mandorle tritate e infornare  a 180° per 20 minuti circa.
Farli raffreddare bene.
Preparare la crema al latte:
In un pentolino portare ad ebollizione il latte di soia con la vaniglia. Versare a filo in una ciotola dove avrete già messo la farina setacciata e il fruttosio mescolando bene con una frusta a mano per non formare grumi.
Riportare sul fuoco mescolando fino a che la crema non si sarà rassodata. coprire con pellicola trasparente (a contatto con la crema) e farla raffreddare bene.
Intanto montare la panna e riporla in frigorifero.
Una volta che la crema si sarà raffreddata incorporarvi poco per volta la panna mescolando delicatamente dall’alto al basso.
tagliare i paris brest in orizzontale dividendoli in due parti.
Mettere la crema in una sac-a-poche pulita con bocchetta a stella e riempire una metà dei paris brest con ciuffetti vicini.
spolverar e con le mandorle rimaste e aggiungere le fragole fresche ben lavate e asciugate. Coprire con l’altra metà del paris-brest e spolverare di zucchero a velo (potete usare anche il fruttosio).


CUORI CAPRESI AL LAMPONE

San Valentino la festa dell’amore, anch’io ho ceduto ai cuori che invadono in questi giorni le strade e le vetrine dei negozi riempendo un po’ la mia latitanza tra queste pagine. 
Questi cuoricini soffici, soffici sono per il mio amore naturalmente e come non potrebbero esserlo? Un trionfo di cioccolato insaporito al lampone! Ma voglio dedicarli a tutti voi …. e soprattutto a chi l’amore come me ce l’ha e ha l’A maiuscola, a chi lo sta cercando e magari si sta anche disperando e non crede lo troverà, a chi crede di averlo trovato ma si sbaglia.
Questi cuori sono per i miei amici, la mia famiglia e per le persone che hanno cuore…. perchè l’amore ha mille sfacettature…
Buon san Valentino!
A presto,



INGREDIENTI:
200gr di mandorle,
200gr di zucchero,
200gr di burro,
200gr di cioccolato fondente,
7 uova,
2 cucchiai di farina,
1 bicchierino di succo di lampone,
latte quanto basta,
1 cucchiaino di lievito per dolci,
1 bustina di vanillina,
Tritare fini le mandorle aggiungerci la farina e metterle da parte.
Far sciogliere il cioccolato a bagnomaria, togliere dal fuoco e aggiungergli il burro a tocchetti e mescolare.
trasferire il cioccolato in una ciotola e far intiepidire. Incorporare lo zucchero e poi le mandorle. Aggiungere i tuorli uno per volta mescolando bene tra uno e l’altro. Aggiungere la vaniglia e se fosse troppo duro l’impasto, ammorbidirlo con  il succo di lampone.
Montare gli albumi a neve ferma e incorporarli al composto mescolando delicatamente dall’alto al basso per non smontarli.
Versare il composto in formine a cuore in silicone e cuocere in forno caldo a 160° per circa 25 minuti circa.
Una volta raffreddati spolverare i cuori capresi con lo zucchero a velo e decorare con dei lamponi freschi.

CESTINI CROCCANTI ALLE FRAGOLE CARAMELLATE CON CREMA DI MANDORLA E PROFUMO DI AGRUMI

Questa ricetta non ha una storia particolare dietro, risponde sicuramente a una voglia di mangiare qualcosina di goloso e di buono e da quella di fotografare le fragole che trovo perfette. Sono così belle nella loro forma e colore, un capolavoro trapuntato di puntini neri che io trovo una meraviglia della natura. E poi..ma quanto sono buone? Ci fanno tornare tutti un po’ bambini vero?

Così da queste ispirazioni fotografiche e culinarie che mi hanno portata a sperimentare con successo persino la preparazione della pasta phyllo home made, ho pensato potesse essere la ricetta ideale per partecipare al contest della rivista Sale&Pepe a cui sono stata gentilmente invitata.
Inutile nascondervi che è la mia rivista preferita e che mi fa sognare sempre con le sue preparazioni golose e le foto sempre a regola d’arte a cui cerco di ispirarmi.

Li potete trovare anche qui…  se vi piacciono me lo mettete un votino e magari li condividete su facebook, twitter e compagnia bella?

Grazie!

A presto.
  





INGREDIENTI:

Pasta Phyllo
400gr di farina Manitoba, 
30gr di olio di oliva, 
1 cucchainio di sale fino, 
240gr di acqua, 
farina di riso,
Ripieno e decorazione
350gr di fragole, 
burro chiarificato, qb
500ml di latte di mandorla, 
4 tuorli, 
200gr di zucchero semolato + 4 cucchiai, 
30gr di farina di riso, 
1 cucchiaio di aroma alla vaniglia, 
Scorza grattugiata di 2 arance, 
1 foglio di gelatina, 
2 lime,
In una ciotola mettere la farina setacciata, il sale e l’olio d’oliva. Far scaldare l’acqua in un pentolino, finché non avrà raggiunto 50°C. Incominciare a impastare aggiungendo a poco a poco l’acqua in modo che l’impasto sia amalgami bene. Formare quattro panettini da circa 130gr di peso ciascuno. Cospargerli di farina di riso e avvolgerli nella pellicola trasparente. Mettere a riposare in frigorifero per almeno un’ora. Quando la pasta sarà pronta stendere un panetto per volta su un piano di lavoro cosparso di farina di riso con il matterello fino a che non si sarà ottenuta una sfoglia sottilissima (mettendo la mano dietro si vedrà in trasparenza). Stendere la prima sfoglia su un cabaret cosparso di farina di riso e coprirla con la pellicola. Proseguire così per le altre sfoglie. Da ogni sfoglia ricavare quattro quadrati, spennellarli tutti da un lato di burro fuso e sovrapporli a due a due. Rivestire delle formine da muffin o dei pirottini di alluminio. Cuocere in forno caldo a 180° per circa 15 minuti, finché i cestini non saranno belli dorati e croccanti. Far raffreddare e sformare delicatamente. 
CREMA PASTICCERA ALLA MANDORLA 
Far scaldare in una casseruola il latte di mandorla con la scorza delle arance e portare a bollore. Nel frattempo mettere in un piatto con acqua fredda il foglio di gelatina. In una ciotola montare i tuorli con 100gr di zucchero fino ad avere una consistenza bella spumosa. sempre continuando a montare aggiungere la farina di riso. Incorporare il latte ormai pronto, a filo (una volta filtrato delle bucce delle arance) mescolando bene. Portare di nuovo sul fuoco aggiungendo la gelatina ben strizzata, per pochi minuti, il tempo che la cremi si addensi un po’, coprire con pellicola trasparente a contatto con la crema e far raffreddare a temperatura ambiente. 
FRAGOLE CARAMELLATE 
Mettere in un pentolino 250gr di fragole tagliate in quattro parti con 100gr di zucchero e far caramellare qualche minuto. Scolarle tenendo da parte l’acqua che si sarà formata e distribuirle uniformemente sul fondo dei cestini di pasta phyllo. Con la stessa procedura caramellare la buccia di due lime grattata usando 4 cucchiai di zucchero e un cucchiaino d’acqua. Scolarlo e lasciarlo da parte. Mettere la crema in un sac-a-poche e riempire i cestini. Tagliate in due o quattro, a seconda della grandezza, le fragole rimaste, e intingerle nell’acqua tenuta da parte. Usarle per decorare la superficie dei cestini insieme al lime caramellato. Prima di servire volendo si possono spolverizzare i cestini di zucchero a velo.


PLUMCAKE CUORE BATTICUORE

Eccomi di ritorno! E’ stato un periodo molto intenso in cui ho dovuto abbandonarvi momentaneamente perchè avevo un’impresa da compiere. 
Eh sì, è stato duro e non privo di difficoltà e rinunce ma sono arrivata alla fine del mio percorso di studi e formazione professionale e con l’esame di stato appena sostenuto ho chiuso un capitolo lungo e importante della mia vita aprendone uno dove spero di raccogliere i frutti di tanta fatica! 
Da pochi giorni, infatti sono diventata un consulente del lavoro!
Ma questo non vuol dire che abbandonerò le mie passioni nè tanto meno queste pagine!


Così complice la festa di San Valentino che si avvicina e Bellezza al naturale che mi chiedeva un’idea per una ricettina salutare in tema, mi sono messa all’opera e ho pensato: “cosa c’è di meglio che svegliarti con il tuo lui o la tua lei e fare colazione insieme, il giorno di San Valentino?”. Così è nato questo plumcake soffice e goloso ma al tempo stesso delicato e naturale.


A presto.



INGREDIENTI:


Cuoricini redvelvet
2uova,
150gr di farina di riso,
120gr di burro chiarificato, 
12gr di stevia,
1 vasetto di yogurt greco zero grassi alla vaniglia,
1 cucchiaino di aceto di mele,
2 cucchiai di cacao amaro equosolidale,
1 bustina di lievito per dolci,
1 pizzico di sale,
colorante alimentare rosso,

Plumcacke
180gr di albumi,
200gr di farina di riso,
50gr di amido di mais,
100gr di zucchero semolato fine (zefiro)
100gr di margarina bio,
100ml di latte di soia Alpro,
1 cucchiaino di aroma alla vaniglia naturale,
1 bustina di lievito,
8gr di cremor tartaro,
1 pizzico di sale,

Zucchero impalpabile SukrinMelis per spolverare.



Per i cuoricini: 
Mescolare le polveri con il lievito e il sale in una ciotola.
a parte montare la margarina con lo zucchero e aggiungere lo yogurt e l’aceto di mele. Unire le polveri e da ultimo il colorante rosso.
Versare il composto in uno stampo da plumcake regolare precedentemente ingrassato con la margarina e rivestito di carta forno. Cuocere in forno preriscaldato a 160° per circa 30 minuti.
Far raffreddare e sformare. Tagliare a fettine e ricavare da ognuna dei cuoricini (abbastanza spessi) e mettere da parte.

Per il plumcake:
Setacciare le polveri in una ciotola e tenerla da parte.
Montare la margarina con lo zucchero fino ad avere un composto soffice e cremoso. Aggiungere poco per volta le polveri alternandole con il latte e la vaniglia, mescolando delicatamente.
Montare gli albumi a neve ferma con un pizzico di sale, aggiungerli al composto e mescolare delicatamente dall’alto al basso.

In una forma da plumcake ingrassare con la margarina e rivestire con carta forno, posizionare in verticale i cuoricini rossi e versarvi intorno fino a coprirli l’ impasto del plumcake.
Cuocere in forno caldo a 160° per circa 30 minuti.

Far raffreddare e sformare.

Può essere accompagnato con una gelatina di lamponi freschi o panna vegetale montata.