Tag Archives: DOLCETTI

CANESTRELLI ….per semplificare

A volte corriamo dietro le novità, ci piace sperimentare cose nuove, seguire le tendenze del momento. Ed ecco allora che in cucina ci si orienta su prodotti nuovi od esotici, ci si concentra sui dolcetti d’oltreoceano che vanno tanto di moda, o su accostamenti azzardati ispirati da grandi pasticceri, o ancora si provano prodotti inusuali o nuovi per la nostra tradizione pasticcera. 

Bellissimo scoprire nuovi mondi, nuovi modi di fa dolci no? Io lo ammetto sono un po’ restia a provare alcuni accostamenti, non è che abbia la puzza sotto il naso…ma mangio tutto quello che cucino e fotografo e ci sono alcune cose che proprio non mi fanno venire l’acquolina in bocca come si suol dire… 

Ma non trovate anche voi che tutta questa ricerca di novità sia poi un riflesso di altri aspetti della vita? Ormai siamo  frenetici, bombardati continuamente da nuovi stimoli in ogni dove e assolutamente social e a me capita a volte di accorgermi che siamo tutti sempre alla ricerca del bello e dell’eccezionale ma non è che così si rischia di perdere la gioia in quello che si fa o non si ricordi veramente perchè si segua una passione?

Il bello non può essere anche nella semplicità di un qualcosa? Ogni tanto  viene anche a voi voglia di semplicità?

Io a volte sento proprio la necessità di rallentare, fare qualche passo indietro e ritornarci davvero alla semplicità, quella semplicità che mi fa stare bene…nella vita e nei dolci visto che fanno parte di essa.

Cosa di più semplice e classico può esserci se non questi biscottini? Io adoro questi fiorellini burrosi, così friabili coperti di candido zucchero a velo. Ho provato per anni a ricrearli ma non ho mai ottenuto un risultato soddisfacente, fino a quando Sara una mia collega non mi ha regalato con semplicità la sua ricetta.

Classici biscottini della nostra pasticceria che faranno inorridire i salutisti, ma che portano subito il sorriso a chi li assaggia. Candidi fiorellini belli e perfetti nella loro semplicità.

Buona merenda!

INGREDIENTI
150gr di zucchero,
scorza di 1 limone,
300gr di farina 0,
200gr di fecola,
300gr di burro senza lattosio Soresina (temperatura ambiente),
6 tuorli sodi,
1 pizzico di sale,
estratto di vaniglia,
PREPARAZIONE
Mettere nel bicchiere di un frullatore capiente lo zucchero e la scorza grattugiata del limone e frullare fino a sminuzzarla e rendere fine fine lo zucchero (in alternativa si può anche usare lo zucchero a velo).
Versare lo zucchero in una ciotola e aggiungere i tuorli sodi sminuzzati con le mani. Se usate una planetaria iniziare a con il gancio a velocità prima bassa poi media. Se usate un frullino elettrico regolate la velocità ad occhio in modo da non disperdere i tuorli per la cucina.
Aggiungere la fecola e la farina setacciate precedentemente e a seguire il burro a tocchetti poco per volta in modo che si amalgami bene. Da ultimo aggiungere un pizzico di sale e un cucchiaino di estratto di vaniglia. Quando l’impasto sarà omogeneo e “incordato” (deve formare una palla compatta verso il centro della ciotola intorno al gancio) è pronto.
Lavorarlo velocemente su un piano infarinato e avvolgetelo nella pellicola trasparente. Come per i preparati a base di burro, dovrà riposare almeno un’ora in frigorifero. Io solitamente lo preparo la sera e il giorno seguente inforno.
Stendere l’impasto in modo che non sia troppo sottile (3 mm andranno bene) perchè i canestrelli saranno ancora più buoni se di maggior spessore. Con una formina apposita a fiore con un foro al centro ricavare i biscotti e metterli su una placca da forno rivestita di carta forno.
Cuocere circa 10/12 minuti a 160° (io ho adattato le indicazioni originali che prevedevano 175° adattandomi al mio forno elettrico ventilato).
Farli raffreddare su una gratella e solo dopo spolverizzarli con zucchero a velo. Si conservano bene e in una scatola di latta chiusa…per quanto tempo non saprei però a casa mia sono durati poco.
Buona merenda!

SNOWFLAKES COCCO E MANDORLE

Questo è un Natale strano, per tanti versi m soprattutto perchè non sembra Natale! Giusto ieri in un’aiuola ho visto le margherite fiorite e la cosa mi inquieta un po’ visto che stiamo parlando di una città come Torino dove a dicembre i giardini dovrebbero essere coperti dal ghiaccio e il panorama regalare bellissime montagne innevate invece nulla . Così visto che la neve non arriva ho pensato di portarvela! Bastano un po’ di farina di latte e di cocco ed ecco dei fiocchi di neve carini e golosi!

Non se anche a voi capita ma io la neve la considero magica, forse è la sua consistenza o forse il suo candore, ma subito quando scende l’aria sa di pulito e lo spettacolo  da tenermi attaccata alla finestra a guardarlo incantata ed è subito Natale. Quindi soprattutto in questo periodo dove abbiamo bisogno di qualcosa di semplice e pulito e di bello, visto che intorno a noi non tutto è così…. credo che questo sia il modo migliore per fare a tutti voi i miei migliori auguri di buon Natale.

A presto..

INGREDIENTI:

180gr di albumi,
100gr di farina di riso,
100gr di farina di mandorle,
50gr di amido di mais,
100gr di zucchero di canna chiaro,
80gr di olio di semi di girasole,
100ml di latte di mandorla Alpro,
70gr di mandorle tritate,
1 cucchiaino di aroma alla vaniglia naturale,
1 bustina di cremor tartaro,
½ cucchiaino di bicarbonato di sodio,
1 pizzico di sale,
250gr di latte di soia,
20gr di zucchero semolato,
20gr di amido di mais,
Scorza di ½  limone,
1 pizzico sale fino,
75gr di panna montata senza lattosio,
cocco rapè o 
Preparare gli snowflakes:
Setacciare le
polveri in una ciotola e tenerla da parte.

Montare il burro con lo zucchero fino ad avere un
composto soffice e cremoso. Aggiungere poco per volta le polveri alternandole
con il latte di soia e la vaniglia, mescolando delicatamente e le mandorle
tritate.

Montare gli albumi a neve
ferma con un pizzico di sale, aggiungerli al composto e mescolare delicatamente
dall’alto al basso.
In uno stampo sagomato con formine a forma di fiocchi di neve
(snowflake), riempire per ¾ con l’impasto  aiutandosi con un sac a poche in modo che l’impasto
entri bene nelle scanalature della forma e cuocere in forno caldo a 160° per
circa 25 minuti.
Far raffreddare bene capovolgendo lo stampo su una gratella  e sformarli solo una volta che saranno ben
freddi.

Preparare la crema al cocco: mescolare
l’amido con lo zucchero e aggiungere a filo pian piano il latte, aggiungere la
scorza grattugiata dei limoni e un pizzico di sale e l’aroma alla vaniglia e
far addensare sul fuoco. Far intiepidire.
 Montare la  e incorporare la crema di latte preparata. Ora potete aggiungere il cocco grattugiato
come metodo classico ma se volete osare un po’ e dare un tocco in più di gusto e
consistenza vi consiglio di aggiungere un soya e coconut dessert Alpro, un
dessert cremoso da un ottimo profumo di cocco alla crema.  Mettere a riposare in frigo finchè non si sarà
ben raffreddata.
Tagliare a metà gli snowflake e farcirli
ocn la crema di latte e cocco con un sac-a-poche a piacere e ricoprirli.
Decorare con zucchero a velo e zuccherini
o come meglio vi suggerisce la fantasia.

CUORI CAPRESI AL LAMPONE

San Valentino la festa dell’amore, anch’io ho ceduto ai cuori che invadono in questi giorni le strade e le vetrine dei negozi riempendo un po’ la mia latitanza tra queste pagine. 
Questi cuoricini soffici, soffici sono per il mio amore naturalmente e come non potrebbero esserlo? Un trionfo di cioccolato insaporito al lampone! Ma voglio dedicarli a tutti voi …. e soprattutto a chi l’amore come me ce l’ha e ha l’A maiuscola, a chi lo sta cercando e magari si sta anche disperando e non crede lo troverà, a chi crede di averlo trovato ma si sbaglia.
Questi cuori sono per i miei amici, la mia famiglia e per le persone che hanno cuore…. perchè l’amore ha mille sfacettature…
Buon san Valentino!
A presto,



INGREDIENTI:
200gr di mandorle,
200gr di zucchero,
200gr di burro,
200gr di cioccolato fondente,
7 uova,
2 cucchiai di farina,
1 bicchierino di succo di lampone,
latte quanto basta,
1 cucchiaino di lievito per dolci,
1 bustina di vanillina,
Tritare fini le mandorle aggiungerci la farina e metterle da parte.
Far sciogliere il cioccolato a bagnomaria, togliere dal fuoco e aggiungergli il burro a tocchetti e mescolare.
trasferire il cioccolato in una ciotola e far intiepidire. Incorporare lo zucchero e poi le mandorle. Aggiungere i tuorli uno per volta mescolando bene tra uno e l’altro. Aggiungere la vaniglia e se fosse troppo duro l’impasto, ammorbidirlo con  il succo di lampone.
Montare gli albumi a neve ferma e incorporarli al composto mescolando delicatamente dall’alto al basso per non smontarli.
Versare il composto in formine a cuore in silicone e cuocere in forno caldo a 160° per circa 25 minuti circa.
Una volta raffreddati spolverare i cuori capresi con lo zucchero a velo e decorare con dei lamponi freschi.

CIAMBELLINE SOFFICI AL MIELE CON LIMONE E CANNELLA

Adoro le ciambelle! Vi siete mai trovati a desiderare quelle famose che in america divorano a colazione? Da noi non esiste Starbucks o la tradizione del caffè “portatile”, da noi i più fanno colazione con caffelatte e biscotti o al massimo con cappuccio e cornetto… quando ero piccina mangiavo delle ciambelline confezionate di una marca famosa sofficissime! Avrei potuto divorarne una scatola intera in una volta senza nausearmi, se solo me l’avessero permesso…poi da qualche anno finalmente i dolci americani sono approdati in Italia e sono molte ormai le pasticcerie o i bar di Torino che presentano i mitici “donuts”… ma le vogliamo chiamare con il loro nome che secondo me rende bene l’idea della loro bontà? “C-i-a-m-b-e-l-l-e!!!”, si  alla Homer Simpson che dà l’idea di quanto siano buoni questi dolcini!! 


Bè è da un po’ che volevo cimentarmi in questi dolcetti, ma il fatto che la maggior parte delle ricette richiedano la frittura in olio caldo mi ha fatta desistere, perchè sono abbastanza restia a far sfrigolare l’olio in padella, non fosse altro  per l’odore che rimane in casa… così mi sono messa a ricercare spunti per fare ciambelline al forno, ma che fossero soffici soffici e andassero via come il pane, quasi come le famose merendine che vi dicevo…


Così complice una gita fuori porta per ferragosto e la teglia per  donuts di Silikomart ho pensato che delle ciambelline rustiche sarebbero state il tocco in più per questo classico picnic estivo, da assaporare tra una chiacchiera e l’altra seduti comodamente su un prato. Un dolcino leggero e semplice, con il suo gusto speziato di cannella ma anche fresco di limone, e il  il tocco “rustico” del miele… 

Buona merenda a tutti!

A presto…









INGREDIENTI:
3 uova
60 gr di miele al limone
100gr di zucchero di canna
150 gr di farina
100 gr di fecola
130gr di burro senza lattosio Della Torre Val di Non,
130 ml di latte di soia Alpro
una bustina di lievito
cannella in polvere
scorza grattugiata di mezzo limone

Far fondere a bagnomaria (o al microonde) il burro e lasciarlo raffreddare a temperatura ambiente.

Montare con le fruste elettriche le uova con lo zucchero e dopo qualche minuto aggiungere il miele, fino ad ottenere un composto bello gonfio e spumoso. 

Aggiungere il burro fuso sempre continuando a montare e  seguire il latte a temperatura ambiente.

Setacciare la farina con la fecola, il lievito e la cannella ed aggiungerla al composto continuando a montare, un po’ per volta.

Riempire gli stampini da “donuts” con  il composto solo per metà  e cuocere in forno preriscaldato, a 180° per circa 25 minuti.

In un piattino mettere dello zucchero semolato e della cannella in polvere e intingerci le ciambelline spennellate prima con gelatina.


SCRIGNI DUCALI AL MIELE CON MOUSSE DI MOSCATO, MELE E FICHI CARAMELLATI

Per preparare questa ricetta la mia cucina si è trasformata ed è stata catapultata nel Medioevo, ho cercato ingredienti attinenti al periodo e evitato utensili e attrezzature moderne…vi chiedere perché o se sia impazzita improvvisamente! Presto detto! Ho raccolto una sfida e l’ho vinta!

Con questa ricetta  dal sentore antico ho partecipato al contest di Cascina San Cassiano ” Ricette d’altri tempi” e mi sono classificata al primo posto della classifica generale! Non mi piace celebrarmi ma in questo caso ci tenevo a condividere con voi questa vittoria, perchè per me è molto importante! Ho già partecipato ad altri contest di Cascina San Cassiano, vincendoli o piazzandomi in buone posizioni ma ogni volta partecipare per me è emozionante! Già perchè non sono contest come tutti gli altri perchè sono molto particolari nei loro temi e per nulla facili. Ecco perchè vi parlavo di “una sfida”!

Ringrazio i giudici per aver apprezzato e premiato la mia ricetta e l’impegno e l’attenzione che ci ho messo per idearla sono stati ripagati!

Un grazie a Cascina San Cassiano per gli ottimi prodotti che mi ha fornito in tempi velocissimi per la preparazione dei miei scrigni.

Un grazie particolare e sentito va a Federico e Beatrice, alle belle parole che hanno usato per proclamare la mia vittoria…mi ha emozionato tantissimo! E a loro, che ormai considero amici, vanno anche i miei più grandi complimenti per la diretta live streaming che hanno condotto su youtube per annunciare i vincitore del contest, al di là del risultato mi sono divertita molto a seguirvi!



Ora, se vi va fate girare l’orologio al contrario e tornate indietro nel tempo fino al lontano Medioevo…..

Siamo nella cucina del
marchese di Monferrato è il XIV secolo anno del Signore  1416. Sono tutti in fermento per l’arrivo
imminente del duca Amedeo di Savoia da poco ordinato a tal lignaggio dal Rex
Romanorum Sigismondo di Lussemburgo. Tutta la servitù è al lavoro da ancor  prima del canto del gallo e il banchetto di
benvenuto è quasi pronto. Anche i dolci sono stati quasi ultimati
dagl’impareggiabili cuochi, scrigni preziosi ricchi del nettare di queste terre
spremuto dalle loro migliori uve che si mescolano alla dolcezza delle mele del
priore e dei fichi essiccati provenienti da terre lontane, eccoli impreziositi
dallo stemma del ducato in onore dell’illustre ospite e del suo seguito…



INGREDIENTI:


Frolla al miele
 150gr di burro,
 30gr di farina di mandorle,
 1 pizzico di sale,
 2 uova,
 250gr di farina 00 macinata a pietra Molino Marino,
 1 cucchiaino di bicarbonato d’ammonio
Ripieno
1 mela grossa,
 fichi secchi,
100gr di panna,
4 cucchiai di zucchero,
Occorre innanzitutto preparare l’impasto che accoglierà
il ripieno.
In un mortaio pestare bene le mandorle fino a
sbriciolarle ed ottenere una farina dopo averle tostate leggermente sul fuoco.
Metterle in una ciotola e  unire la  farina di grano.
In una ciotola diversa lavorare il burro
finché non sarà diventato una crema con un cucchiaio e aggiungere il miele e
lavorarli bene finché non saranno diventati un composto cremoso, incorporare un
po’ di sale aggiungere l’uovo amalgamandolo bene e la polvere lievitante
(bicarbonato d’ammonio)
Aggiungere le farine tutte in una volta e
impastare a mano sul piano di lavoro, velocemente.
Coprire con un panno e lasciar riposare in un
luogo fresco per almeno qualche ora in modo che il burro si ricompatti.
Stendere la pasta in uno strato sottile con
il matterello su di un piano infarinato e tagliarla con delle piccole formine
rotonde di circa (8cm) e rivestire degli stampini creando dei piccoli
contenitori. Cuocere in forno caldo (180°) per 10 minuti circa rigirando le
formine di tanto in tanto.
Con una formina rotonda un po’ più piccola ricavare
tanti tondi quanti sono gli scrigni.
Con la pasta avanzata ricavare degli stemmi,
spennellare la superficie del tondo con un uovo sbattuto e applicare al centro
uno stemma su ognuno. Cuocere alla stessa temperatura degli scrigni ma per 5
minuti. Entrambi dovranno essere belli dorati.
In una padella a bordi alti mettere le mele
sbucciate e tagliate a tocchettini con un cucchiaio di miele, aggiungere poi il
burro aromatizzato, sfumare con un goccio di moscato e far cuocere qualche
minuto.
Aggiungere i fichi tagliati a pezzettini e un
po’ di cannella e cuocere per qualche altro minuto.
Sbattere leggermente con una frusta a mano la
panna e incorporarla alla mousse di moscato.
Distribuire la mousse con un cucchiaio in
ogni scrigno e sopra distribuirvi i fichi e le mele. Spolverare con la cannella
a piacere e coprire con il coperchietto preparato in precedenza.
Per lucidare gli scrigni fare uno sciroppo di
zucchero: mettendo in un tegame 4 cucchiai di zucchero e uno di acqua fredda.
Far bollire fino a che lo zucchero non sarà completamente sciolto e versarlo
sugli scrigni e farlo asciugare.

MINI MILLEFOGLIE AI LAMPONI E MASCARPONE VARIEGATI AL CIOCCOLATO


Ultimamente il tempo per me è diventato davvero prezioso, perché non ne ho! Avrei bisogno di una giornata di 48 ore e non di 24, e forse riuscirei a fare tutto quello che vorrei. 

Avere un lavoro soddisfacente e gratificante è un ottima cosa, soprattutto dopo averlo ricercato per tanto tempo e faticato parecchio per raggiungerlo, ma le passioni dove le mettiamo? Si può vivere senza secondo voi? secondo me no! Sono le passioni che ti permettono di svagarti, di sbollire le tensioni e le arrabbiature e spesso sono loro che ti portano il sorriso e ti ridanno la carica! Così mi sono imposta di non abbandonare le mie e di non diventare quel prototipo di professionista che pensa solo e unicamente al lavoro! Molte persone si stancano a cucinare o si annoiano, per me invece è l’esatto contrario! Nonostante la stanchezza, e diversi insuccessi culinari usciti dal forno, quando infilo il grembiule, prendo la bilancia e inizio a preparare, ecco che i pensieri si annullano e la stanchezza non si sente più! Cucino e mi rigenero! Così il giorno della festa della mamma sono riuscita a prendermi un po’ di tempo e preparare queste millefoglie…io mi sono rilassata e la mamma era contenta!

A presto.



INGREDIENTI:
2 rotoli di pasta sfoglia rettangolare,
margarina bio,
zucchero a velo,
250ml di panna da montare vegetale,
250gr di mascarpone senza lattosio MILA,
gocce di cioccolato,
40gr di zucchero semolato fine,
2 cucchiai di miele d’arancio o acacia,
300gr di lamponi freschi,
50gr di cioccolato fondente,
aroma alla vaniglia,
4gr di gelatina in fogli,
50gr di zucchero semolato,

Spennellare la pasta sfoglia con della margarina fusa e spolverare di zucchero a velo. Ricavare con un coppa pasta delle formine (io ho scelto la forma quadrata ma potrete sbizzarrirvi come meglio credete).
Porre i quadrati di pasta su una teglia bassa rivestita di carta forno e cuocere in forno caldo a 180° per circa 12 minuti (dovranno essere belli dorati).
In un pentolino mettere 50gr di zucchero e un cucchiaio di acqua fredda e far cuocere fino a raggiungere circa 121°. Con lo sciroppo ottenuto, ancora caldo spennellare i quadrotti di sfoglia.
Per la crema: mescolare il mascarpone con lo zucchero e aggiungere un cucchiaino di aroma alla vaniglia. Lavorare il tutto finché non risulterà di una consistenza cremosa. a parte montare a neve ferma la panna  e incorporarne 2/3 alla crema di mascarpone, girando delicatamente per non smontarla. Aggiungere le gocce di cioccolato (non ho messo quantità, seguite il vostro gusto) e amalgamarle bene. Far riposare in frigorifero.
In una padella antiaderente mettere circa 250gr di lamponi con due cucchiai di miele d’aracio e dopo qualche minuto aggiungere un goccio di maraschino. Quando avrete ottenuto una purea farci sciogliere la gelatina reidratata in precedenza in acqua fredda per qualche minuto.
Con un sac-a-poche con la bocchetta larga (sennò le gocce di cioccolato non passano) coprire metà dei quadratini di sfoglia, poi versare sulla crema la salsa ai lamponi e coprire con i rettangolini lasciati da parte.
Decorare con la panna lasciata da parte aiutandosi con un sac-a-poche e i lamponi rimanenti.
Sciogliere il cioccolato fondente a bagno maria e aiutandosi con un cucchiaino spargerlo in modo irregolare (facendo dei baffi) sulle mini millefoglie.

CESTINI CROCCANTI ALLE FRAGOLE CARAMELLATE CON CREMA DI MANDORLA E PROFUMO DI AGRUMI

Questa ricetta non ha una storia particolare dietro, risponde sicuramente a una voglia di mangiare qualcosina di goloso e di buono e da quella di fotografare le fragole che trovo perfette. Sono così belle nella loro forma e colore, un capolavoro trapuntato di puntini neri che io trovo una meraviglia della natura. E poi..ma quanto sono buone? Ci fanno tornare tutti un po’ bambini vero?

Così da queste ispirazioni fotografiche e culinarie che mi hanno portata a sperimentare con successo persino la preparazione della pasta phyllo home made, ho pensato potesse essere la ricetta ideale per partecipare al contest della rivista Sale&Pepe a cui sono stata gentilmente invitata.
Inutile nascondervi che è la mia rivista preferita e che mi fa sognare sempre con le sue preparazioni golose e le foto sempre a regola d’arte a cui cerco di ispirarmi.

Li potete trovare anche qui…  se vi piacciono me lo mettete un votino e magari li condividete su facebook, twitter e compagnia bella?

Grazie!

A presto.
  





INGREDIENTI:

Pasta Phyllo
400gr di farina Manitoba, 
30gr di olio di oliva, 
1 cucchainio di sale fino, 
240gr di acqua, 
farina di riso,
Ripieno e decorazione
350gr di fragole, 
burro chiarificato, qb
500ml di latte di mandorla, 
4 tuorli, 
200gr di zucchero semolato + 4 cucchiai, 
30gr di farina di riso, 
1 cucchiaio di aroma alla vaniglia, 
Scorza grattugiata di 2 arance, 
1 foglio di gelatina, 
2 lime,
In una ciotola mettere la farina setacciata, il sale e l’olio d’oliva. Far scaldare l’acqua in un pentolino, finché non avrà raggiunto 50°C. Incominciare a impastare aggiungendo a poco a poco l’acqua in modo che l’impasto sia amalgami bene. Formare quattro panettini da circa 130gr di peso ciascuno. Cospargerli di farina di riso e avvolgerli nella pellicola trasparente. Mettere a riposare in frigorifero per almeno un’ora. Quando la pasta sarà pronta stendere un panetto per volta su un piano di lavoro cosparso di farina di riso con il matterello fino a che non si sarà ottenuta una sfoglia sottilissima (mettendo la mano dietro si vedrà in trasparenza). Stendere la prima sfoglia su un cabaret cosparso di farina di riso e coprirla con la pellicola. Proseguire così per le altre sfoglie. Da ogni sfoglia ricavare quattro quadrati, spennellarli tutti da un lato di burro fuso e sovrapporli a due a due. Rivestire delle formine da muffin o dei pirottini di alluminio. Cuocere in forno caldo a 180° per circa 15 minuti, finché i cestini non saranno belli dorati e croccanti. Far raffreddare e sformare delicatamente. 
CREMA PASTICCERA ALLA MANDORLA 
Far scaldare in una casseruola il latte di mandorla con la scorza delle arance e portare a bollore. Nel frattempo mettere in un piatto con acqua fredda il foglio di gelatina. In una ciotola montare i tuorli con 100gr di zucchero fino ad avere una consistenza bella spumosa. sempre continuando a montare aggiungere la farina di riso. Incorporare il latte ormai pronto, a filo (una volta filtrato delle bucce delle arance) mescolando bene. Portare di nuovo sul fuoco aggiungendo la gelatina ben strizzata, per pochi minuti, il tempo che la cremi si addensi un po’, coprire con pellicola trasparente a contatto con la crema e far raffreddare a temperatura ambiente. 
FRAGOLE CARAMELLATE 
Mettere in un pentolino 250gr di fragole tagliate in quattro parti con 100gr di zucchero e far caramellare qualche minuto. Scolarle tenendo da parte l’acqua che si sarà formata e distribuirle uniformemente sul fondo dei cestini di pasta phyllo. Con la stessa procedura caramellare la buccia di due lime grattata usando 4 cucchiai di zucchero e un cucchiaino d’acqua. Scolarlo e lasciarlo da parte. Mettere la crema in un sac-a-poche e riempire i cestini. Tagliate in due o quattro, a seconda della grandezza, le fragole rimaste, e intingerle nell’acqua tenuta da parte. Usarle per decorare la superficie dei cestini insieme al lime caramellato. Prima di servire volendo si possono spolverizzare i cestini di zucchero a velo.


BISCUITS SPEZIATI ALL’ARANCIA

Ormai l’aria di festa e l’atmosfera del Natale è ovunque, io non so voi ma ne sono totalmente conquistata ed assorbita. Qualche anno fa era l’8 dicembre il giorno di festa in cui tutti prendevano d’assalto i negozi per iniziare lo shopping natalizio, le piazze si riempivano di fiere e mercatini e tutto si colorava di rosso. Ma cosa fondamentale si allestiva l’albero di Natale! A casa mia è ancora così, si tirano fuori l’albero (ogni anno un po’ più acciaccato), le decorazioni e le luci e la casa prende un’altro aspetto. In effetti ogni anno si aggiunge qualcosa e devo dire che sta casa mia sta diventando davvero un po’ kitsch, un misto tra la casa di babbo natale e la fabbrica di Willy Wonka.

Quest’anno ho deciso di non comprare dolcetti confezionati da appendere all’albero, ma di farli io sperimentando la teglia in silicone Winter cookies di Silikomart e con i suoi soggetti originali…avete visto la renna quant’è carina?

Buon albero a tutti!



INGREDIENTI:
150gr di Farina di riso,
150gr di Zucchero,
5 uova,
1 cucchiaio di Lievito,
1 pizzico di Sale,
1 cucchiaino di spezie a piacere,
1 fiala di aroma all’arancia,
2  cucchiai di cacao amaro,

Separare i tuorli dagli albumi.
Lavorare i primi con lo zucchero con una frusta elettrica fino ad avere un composto cremoso e chiaro. Aggiungere un pizzico di sale e l’aroma all’arancia.
Incorporare poco per volta la farina setacciata con il lievito, le spezie e il cacao, mescolando delicatamente dall’alto al basso con un mestolo di legno.
Montare a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale e aggiungerli all’impasto sempre mescolando delicatamente. 
Versare l’impasto nelle formine e cuocere in forno già riscaldato a 160° per circa 15 minuti, finchè non saranno dorati.
Far intiepidire i biscuits e sformarli facendoli finire di raffreddare su una gratella. 
Decorarli a piacere, io ho usato della ghiaccia reale e del gel alimentare rosso.

CANDY CUP CAKE

La sentite anche voi l’aria natalizia che è arrivata? Io adoro questo periodo dell’anno, torno bambina rimanendo affascinata e rapita dalle decorazioni e dai colori natalizi. così iniziano a frullarmi in testa tantissime idee in cucina e mi metto a confezionare ghirlande, addobbi per l’albero e la casa. Peccato non abbia mai abbastanza tempo per mettere in atto tutte le idee che mi vengono, così prendo valanghe di appunti per gli anni successivi. Una catena insomma! 


Completamente contagiata da quest’atmosfera, mi sono messa ai fornelli e ho già iniziato a sfornare dolcetti.

Questi sono tutti per voi! E per Giovanna che mi segue sempre nelle mie idee strampalate e ha fatto di questo spazio anche un po’ il suo angolino….la testata natalizia è tutta sua!

A presto.






INGREDIENTI:
120gr di farina di riso,
120gr di zucchero di canna,
120gr di burro chiarificato,
2 uova grandi,
80gr di cioccolato fondente 70%,
1 cucchiaino di cremor tartaro,
80gr di gocce di cioccolato,
1 pizzico di sale,
aroma alla vaniglia,
150gr di ricotta,
150ml di panna da montare vegetale,
Far sciogliere a bagno maria la cioccolata fondente.
Setacciare la farina di riso con il cremortartaro in una ciotola e tenere da parte. Intanto in un’altra ciotola montare il burro con lo zucchero per qualche minuto e aggiungere poi un uovo per volta continuando a montare e un pizzico di sale. Aggiungere la vaniglia e il cioccolato fuso, amalgamandolo bene mescolando con un mestolo dall’alto verso il basso.
Continuando a mescolare delicatamente, incorporare poco per volta le polveri e da ultime le gocce di cioccolato.
Mettere i pirottini di carta appositi negli stampi per muffin e versare in ognuno il composto fino a riempirne per 3/4.
Cuocere in forno caldo a 160° per circa 15 minuti. (verificare la cottura con lo stuzzicadenti, dovrà essere asciutto).
Sformare i muffin e farli raffreddare.
Nel frattempo montare la panna a neve ben ferma con qualche cucchiaio di zucchero a velo e incorporarla alla ricotta mescolando delicatamente. Riporre in frigorifero fino al momento di guarnire i muffin.
Quando i dolcetti saranno freddi mettere il frosting alla ricotta in un sac-a-poche e decorare ogni muffin con un ciuffetto generoso.
Decorare a piacere.

MINI CUPCAKE ALLA ZUCCA


Streghette, zombie e vampiri siete tornati a casa dopo le follie della scorsa notte? Vi lascio questa ricettina al volo prima di chiudere la valigia e partire per Firenze, buon Halloween a tutti.

A presto













INGREDIENTI per circa 30 mini cupcake

150gr di margarina bio vallè,
100gr di zucchero di canna,
2 uova,
1 pizzico di sale,
20gr di farina di riso,
150gr di polpa di zucca,
2 cucchiaini di lievito in polvere,
1/2 cucchiaino di noce moscata,
1/2 cucchiaino di garofano in polvere,
1 cucchiaino di cannella,
80gr di mandorle,
Decorazione
500ml di latte di soia Alpro,
75gr di farina di riso,
25gr di fecola di patate,
100gr di zucchero semolato,
80gr di margarina bio vallè,
coloranti alimentari arancio e nero,
Preparare la polpa di zucca. Foderare una teglia da forno con della carta di alluminio e metterci la zucca tagliata in due parti (con l parte tagliata rivolta verso l’alto), coprire con un altro foglio di alluminio e cuocere per un’oretta circa in forno caldo a 190°. Sarà pronta quando si bucherella bene con una forchetta. Far raffreddare ed eliminare l’acqua in eccesso e sbucciarla. Con un minipilmer ridurla in purea.
Montare la margarina con lo zucchero e un pizzico di sale (con una frusta a mano o uno sbattitore elettrico è uguale). Aggiungere un uovo alla volta  amalgamandoli bene. Incorporare la polpa di zucca e le mandorle tritate. Aggiungere la farina setacciata con il lievito e le spezie.
Mettere il composto in un sac-a-poche e riempire i pirottini d mini cupcake fino a tre quarti. Cuocere in forno caldo a 160° per circa 15 minuti.