Tag Archives: DELLA TORRE VAL DI NON

SNOWFLAKES COCCO E MANDORLE

Questo è un Natale strano, per tanti versi m soprattutto perchè non sembra Natale! Giusto ieri in un’aiuola ho visto le margherite fiorite e la cosa mi inquieta un po’ visto che stiamo parlando di una città come Torino dove a dicembre i giardini dovrebbero essere coperti dal ghiaccio e il panorama regalare bellissime montagne innevate invece nulla . Così visto che la neve non arriva ho pensato di portarvela! Bastano un po’ di farina di latte e di cocco ed ecco dei fiocchi di neve carini e golosi!

Non se anche a voi capita ma io la neve la considero magica, forse è la sua consistenza o forse il suo candore, ma subito quando scende l’aria sa di pulito e lo spettacolo  da tenermi attaccata alla finestra a guardarlo incantata ed è subito Natale. Quindi soprattutto in questo periodo dove abbiamo bisogno di qualcosa di semplice e pulito e di bello, visto che intorno a noi non tutto è così…. credo che questo sia il modo migliore per fare a tutti voi i miei migliori auguri di buon Natale.

A presto..

INGREDIENTI:

180gr di albumi,
100gr di farina di riso,
100gr di farina di mandorle,
50gr di amido di mais,
100gr di zucchero di canna chiaro,
80gr di olio di semi di girasole,
100ml di latte di mandorla Alpro,
70gr di mandorle tritate,
1 cucchiaino di aroma alla vaniglia naturale,
1 bustina di cremor tartaro,
½ cucchiaino di bicarbonato di sodio,
1 pizzico di sale,
250gr di latte di soia,
20gr di zucchero semolato,
20gr di amido di mais,
Scorza di ½  limone,
1 pizzico sale fino,
75gr di panna montata senza lattosio,
cocco rapè o 
Preparare gli snowflakes:
Setacciare le
polveri in una ciotola e tenerla da parte.

Montare il burro con lo zucchero fino ad avere un
composto soffice e cremoso. Aggiungere poco per volta le polveri alternandole
con il latte di soia e la vaniglia, mescolando delicatamente e le mandorle
tritate.

Montare gli albumi a neve
ferma con un pizzico di sale, aggiungerli al composto e mescolare delicatamente
dall’alto al basso.
In uno stampo sagomato con formine a forma di fiocchi di neve
(snowflake), riempire per ¾ con l’impasto  aiutandosi con un sac a poche in modo che l’impasto
entri bene nelle scanalature della forma e cuocere in forno caldo a 160° per
circa 25 minuti.
Far raffreddare bene capovolgendo lo stampo su una gratella  e sformarli solo una volta che saranno ben
freddi.

Preparare la crema al cocco: mescolare
l’amido con lo zucchero e aggiungere a filo pian piano il latte, aggiungere la
scorza grattugiata dei limoni e un pizzico di sale e l’aroma alla vaniglia e
far addensare sul fuoco. Far intiepidire.
 Montare la  e incorporare la crema di latte preparata. Ora potete aggiungere il cocco grattugiato
come metodo classico ma se volete osare un po’ e dare un tocco in più di gusto e
consistenza vi consiglio di aggiungere un soya e coconut dessert Alpro, un
dessert cremoso da un ottimo profumo di cocco alla crema.  Mettere a riposare in frigo finchè non si sarà
ben raffreddata.
Tagliare a metà gli snowflake e farcirli
ocn la crema di latte e cocco con un sac-a-poche a piacere e ricoprirli.
Decorare con zucchero a velo e zuccherini
o come meglio vi suggerisce la fantasia.

PASTIERA IN BICCHIERE

Va molto di moda destrutturare piatti tradizionali, non mi ci sono mai cimentata prima d’ora non perchè sia una tradizionalista convinta ma non avevo mai avuto l’occasione di smontare un dolce e ricostruirlo, ci pensavo ma non trovavo nulla che mi convincesse. Poi arriva la tua dolce metà che con nonchalance ti manda un link con una serie di idee di dolci pasquali, a mò di invito a preparargli un dolcino in particolare ed ecco dei bicchierini suggestivi con ricotta e biscottini. così dal nulla ecco l’idea geniale la destrutturazione della pastiera per non dover sprecare crema nè frolla, come a volte accade quando preparo questo dolce.

Così da un caso e come anti spreco ecco una versione nuova della pastiera, dove al posto dei canditi prende posto la marmellata d’arance dandogli quel tocco in più.

Auguri di buona Pasqua a tutti!

INGREDIENTI (x6 persone) :
frolla
250gr di farina 0,
125gr di burro Dalla Torre senza lattosio,
1 uovo,
1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio,
100gr di zucchero a velo,
1 bacca di vaniglia,
crema
400gr circa di grano cotto per pastiera,
500ml di latte di soia Alpro,
1 limone non trattato,
40gr di burro Dalla Torre senza lattosio,
300gr di ricotta di capra fresca,
1 fialetta di aromi ai fiori di arancio,
150gr di zucchero,
 cannella in polvere,
Marmellata di arance
1 arancia
cannella
Lavorare la ricotta con lo zucchero, l’aroma ai fiori d’arancio e la cannella e lasciar riposare in frigorifero coperto da pellicola.
Preparare la pasta frolla: lavorare con una forchetta , o un frullino elettrico, il burro con lo zucchero a velo fino ad amalgamarli bene e ottenere una crema chiara e omogenea.
Aggiungere l’uovo e amalgamarlo con la frusta a mano o elettrica, aprire la bacca di vaniglia e prelevarne i semini e aggiungerli all’impasto. incorporare il bicarbonato e da ultima tutta la farina.
Impastare velocemente tutto su una spianatoia e formare una palla liscia. avvolgere nella pellicola trasparente e far riposare in frigorifero almeno un’ora.
In un pentolino capiente, mettere il grano con il latte e la buccia del limone, un pizzico di cannella. Portare a bollore mescolando e continuare fino a che il latte non si sarà assorbito e sara diventato cremoso il composto. spegnere e aggiungere il burro a temperatura ambiente e far sciogliere bene. Far raffreddare a temperatura ambiente.
Stendere la frolla e ricavare con un coppapasta dei biscotti di un diametro più piccolo dei bicchieri che utilizzerete, ve ne serviranno almeno 24.  mettere sulla placca del forno rivestita di carta forno e cuocere in forno caldo a 160° per circa 8/10 minuti (saranno pronti quando saranno dorati). farli raffreddare.
Unire la ricotta con il grano cotto e amalgamarli bene.
Preparare i bicchierini: sul fondo di ognuno mettere due biscottini e spennellarli con abbondante marmellata di arance (farla sciogliere leggermente in un pentolino per distribuirla meglio). coprire con un po’ di crema di ricotta e grano. Posizionare altri due biscottini, spennellare di marmellata e mettere altra crema.
Decorare con una spolverata di cannella e una fettina di arancia. 
Conservare in frigorifero fino al momento di servire.

PARIS BREST ALLE FRAGOLE E CREMA DI LATTE

Com’era quella filastrocca sui mesi dell’anno che si insegna ai bambini? La conoscete?..Io mi ricordo solo il mese di marzo….”marzo pazzerello esci fuori e prendi l’ombrello…”. Direi che s’addice benissimo a questi giorni dove si alternano giornate calde e di sole, e giornate piovose e uggiose.

E’ così che si annuncia la primavera, finalmente è tornata! Finalmente la mezza stagione! Sarà che sono sempre stata fan delle vie di mezzo, ma questo tempo altalenante a me piace! Mi da un senso di banale normalità e serenità.

Con la primavera penso che tornino davvero i colori e lo si vede anche nel banco dell’ortofrutta e nei mercati, persino le nostre tavole diventano più allegre.

Così per celebrare il ritorno della bella stagione, ecco che secondo me chi meglio delle signore fragole e del loro bel color rosso acceso possono celebrarla?

Buona primavera a presto!

INGREDIENTI

Pasta choux
100gr di latte di soia ALPRO,
100gr di acqua,
4 uova,
120gr di farina 0 biologica,
1 cucchiaio di zucchero di canna,
1 pizzico di sale,
100gr di burro senza lattosio DELLA TORRE VAL DI NON,
50gr mandorle tritate,
Crema al latte
400ml di latte di soia ALPRO,
250ml di panna da montare senza lattosio Accadì,
40gr di farina di riso,
40gr di fruttosio
1/2 cucchiaino di miele,
2 cucchiaini di estratto di vaniglia,
250gr di fragole fresche
Per la pasta choux: Far scaldare in un pentolino l’acqua, il latte e il burro con lo zucchero di canna e il sale. Quando arriva a bollore togliere dal fuoco e incorporare la farina già setacciata, mescolando energicamente con una frusta. Rimettere sul fuoco e lavorare l’impasto fino a quando non diventa compatto e non si sfalda più (sul fondo del pentolino si deve formare una patina bianca).
Mettere in una ciotola a raffredare. Intanto a parte sbattere leggermente con una forchetta le uova.
Una volta freddo incorporare poco per volta le uova usando la planetaria con il gancio a foglia  o un frullino elettrico.
Mettere il composto in un sac-a-poche con bocchetta liscia e abbastanza larga.
foderare la placca del forno con un foglio di carta forno e disegnare con la sac-a-poche un cerchio di circa 10cm di diametro e un’altro al suo interno. Fare ancora un cerchio sulla sommità dei primi due (al centro dove si uniscano).
Continuare così finché avrete impasto. Spolverare la superficie dei paris brest con le mandorle tritate e infornare  a 180° per 20 minuti circa.
Farli raffreddare bene.
Preparare la crema al latte:
In un pentolino portare ad ebollizione il latte di soia con la vaniglia. Versare a filo in una ciotola dove avrete già messo la farina setacciata e il fruttosio mescolando bene con una frusta a mano per non formare grumi.
Riportare sul fuoco mescolando fino a che la crema non si sarà rassodata. coprire con pellicola trasparente (a contatto con la crema) e farla raffreddare bene.
Intanto montare la panna e riporla in frigorifero.
Una volta che la crema si sarà raffreddata incorporarvi poco per volta la panna mescolando delicatamente dall’alto al basso.
tagliare i paris brest in orizzontale dividendoli in due parti.
Mettere la crema in una sac-a-poche pulita con bocchetta a stella e riempire una metà dei paris brest con ciuffetti vicini.
spolverar e con le mandorle rimaste e aggiungere le fragole fresche ben lavate e asciugate. Coprire con l’altra metà del paris-brest e spolverare di zucchero a velo (potete usare anche il fruttosio).


CIAMBELLINE SOFFICI AL MIELE CON LIMONE E CANNELLA

Adoro le ciambelle! Vi siete mai trovati a desiderare quelle famose che in america divorano a colazione? Da noi non esiste Starbucks o la tradizione del caffè “portatile”, da noi i più fanno colazione con caffelatte e biscotti o al massimo con cappuccio e cornetto… quando ero piccina mangiavo delle ciambelline confezionate di una marca famosa sofficissime! Avrei potuto divorarne una scatola intera in una volta senza nausearmi, se solo me l’avessero permesso…poi da qualche anno finalmente i dolci americani sono approdati in Italia e sono molte ormai le pasticcerie o i bar di Torino che presentano i mitici “donuts”… ma le vogliamo chiamare con il loro nome che secondo me rende bene l’idea della loro bontà? “C-i-a-m-b-e-l-l-e!!!”, si  alla Homer Simpson che dà l’idea di quanto siano buoni questi dolcini!! 


Bè è da un po’ che volevo cimentarmi in questi dolcetti, ma il fatto che la maggior parte delle ricette richiedano la frittura in olio caldo mi ha fatta desistere, perchè sono abbastanza restia a far sfrigolare l’olio in padella, non fosse altro  per l’odore che rimane in casa… così mi sono messa a ricercare spunti per fare ciambelline al forno, ma che fossero soffici soffici e andassero via come il pane, quasi come le famose merendine che vi dicevo…


Così complice una gita fuori porta per ferragosto e la teglia per  donuts di Silikomart ho pensato che delle ciambelline rustiche sarebbero state il tocco in più per questo classico picnic estivo, da assaporare tra una chiacchiera e l’altra seduti comodamente su un prato. Un dolcino leggero e semplice, con il suo gusto speziato di cannella ma anche fresco di limone, e il  il tocco “rustico” del miele… 

Buona merenda a tutti!

A presto…









INGREDIENTI:
3 uova
60 gr di miele al limone
100gr di zucchero di canna
150 gr di farina
100 gr di fecola
130gr di burro senza lattosio Della Torre Val di Non,
130 ml di latte di soia Alpro
una bustina di lievito
cannella in polvere
scorza grattugiata di mezzo limone

Far fondere a bagnomaria (o al microonde) il burro e lasciarlo raffreddare a temperatura ambiente.

Montare con le fruste elettriche le uova con lo zucchero e dopo qualche minuto aggiungere il miele, fino ad ottenere un composto bello gonfio e spumoso. 

Aggiungere il burro fuso sempre continuando a montare e  seguire il latte a temperatura ambiente.

Setacciare la farina con la fecola, il lievito e la cannella ed aggiungerla al composto continuando a montare, un po’ per volta.

Riempire gli stampini da “donuts” con  il composto solo per metà  e cuocere in forno preriscaldato, a 180° per circa 25 minuti.

In un piattino mettere dello zucchero semolato e della cannella in polvere e intingerci le ciambelline spennellate prima con gelatina.