Tag Archives: BRIOCHE

Colazione per due

San Valentino è probabilmente la ricorrenza più discussa. Viene  criticata principalmente per il business che l’accompagna e forse anche perché non si ha  nessuno con cui festeggiare e si pensa di doverla snobbare.  Ma con tutto questo rosso, potrebbe mai non piacermi? (altro…)


KANELBULLAR ( nodi svedesi alla cannella )

Qualche mattina fa mi sono svegliata con una gran voglia di impastare, si lo so la gente normale nei giorni festivi si sveglia con il desiderio di cappuccino e brioche o di fare una corsetta al parco o con la voglia di ritornare a dormire…bè nelle mie giornate festive e  di riposo, io non so come, ma mi sveglio quasi sempre con la voglia di cucinare qualcosa!

Così ho voluto assecondare la mia voglia di impastare e cercando tra la lista delle ricettine che da tempo vorrei provare (e più provo , più si allunga) ho sentito profumo di cannella e di quella cultura nordica che tanto adoro!

Che dire, sono dolci  e sofficissimi questi Kanelbullar, chiamati anche Swedish cinnamon buns. Dei nodi golosi che racchiudono un dolce e sfizioso ripieno di cannella e zucchero.

Questa naturalmente è la versione originale (io adoro la cannella!) ma credo che a breve li riproverò con ripieni diversi, come la marmellata di arance o il cioccolato.

Anzi proprio originale questa versione a pensarci bene non è visto che ho sostituito l’insostituibile cardamomo con lo zenzero, ma vi dirò non ne ho sentito la mancanza…

E se posso darvi un consiglio…quando anche voi assaliti dalla voglia di impastare li cucinerete e li mangerete a merenda o a colazione che sia, scaldatele leggermente….non aggiungo altro…

A presto

INGREDIENTI:
250ml di latte zymil,
1 bustina di lievito di birra  liofilizzato Mastrofornaio,
70gr burro senza lattosio Soresina a temperatura ambiente,
2 cucchiaini di zucchero semolato,
60gr di zucchero di canna,
1 cucchiaino di sale,
2 cucchiaini di zenzero in polvere (o cardamomo),
460gr di farina 0, 
2 uova,
1 cucchiaino di estratto alla vaniglia,
ripieno

110gr di burro senza lattosio,
115gr di zucchero di canna,
20gr di cannella in polvere,
Mettere in una ciotola la farina setacciata e aggiungere con il lievito e lo zucchero semolato. Mischierli bene insieme.
Se ne disponete procedere con la planetaria in alternativa andrà benissimo un frullino elettrico semplice.
Nella ciotola della planetaria mettere il burro a temperatura ambiente e lo zucchero di canna e incominciare ad impastare con il gancio a velocità sostenuta. (con il frullino usare il gancio per impastare).
Aggiungere l’uovo, il latte a filo (temperatura ambiente) e poi il sale, la vaniglia e la spezia scelta cardamomo o zenzero).
Incorporare la farina e continuare ad impastare fino a che non si avrà un bell’impasto incordato e si formerà intorno al gancio una palla liscia.
Lavorare qualche secondo su un piano da lavoro infarinato l’impasto e metterlo in una ciotola infarinata e copritela. Dovrà lievitare in luogo riparato e asciutto per circa 1 ora (dovrà raddoppiare di volume).
Preparare il ripieno:
Lavorare il burro a temperatura ambiente con lo zucchero di canna e la cannella fino ad avere una crema.
Quando l’impasto sarà pronto, stenderlo in un rettangolo ampio e spalmare sulla superficie la crema alla cannella.
Ora procedete a chiudere il rettangolo: dal lato corto prendere entrambi i lembi e piegarli verso il centro del rettangolo. ripetere in modo da chiudere l’impasto prendendo i lembi superiori e portandoli in basso verso quelli inferiori.
Tagliare tante strisce di circa 2.5/3cm di larghezza in verticale.
prendere i “cilindri” e inciderli per la lunghezza senza arrivare fino in fondo. Arrotolare ogni lembo su se stesso delicatamente e “annodarli” tra di loro.
Spennellare la superficie dei Kanelbullar con uovo sbattuto con un pizzico di cannella e cospargere a piacere di zucchero in granella.
Mettere le brioche su una placca coperta di carta forno e cuocere in forno caldo a circa 180° per 12/15 minuti (controllate la doratura e la cottura con uno stuzzicadenti).





SNOWFLAKES COCCO E MANDORLE

Questo è un Natale strano, per tanti versi m soprattutto perchè non sembra Natale! Giusto ieri in un’aiuola ho visto le margherite fiorite e la cosa mi inquieta un po’ visto che stiamo parlando di una città come Torino dove a dicembre i giardini dovrebbero essere coperti dal ghiaccio e il panorama regalare bellissime montagne innevate invece nulla . Così visto che la neve non arriva ho pensato di portarvela! Bastano un po’ di farina di latte e di cocco ed ecco dei fiocchi di neve carini e golosi!

Non se anche a voi capita ma io la neve la considero magica, forse è la sua consistenza o forse il suo candore, ma subito quando scende l’aria sa di pulito e lo spettacolo  da tenermi attaccata alla finestra a guardarlo incantata ed è subito Natale. Quindi soprattutto in questo periodo dove abbiamo bisogno di qualcosa di semplice e pulito e di bello, visto che intorno a noi non tutto è così…. credo che questo sia il modo migliore per fare a tutti voi i miei migliori auguri di buon Natale.

A presto..

INGREDIENTI:

180gr di albumi,
100gr di farina di riso,
100gr di farina di mandorle,
50gr di amido di mais,
100gr di zucchero di canna chiaro,
80gr di olio di semi di girasole,
100ml di latte di mandorla Alpro,
70gr di mandorle tritate,
1 cucchiaino di aroma alla vaniglia naturale,
1 bustina di cremor tartaro,
½ cucchiaino di bicarbonato di sodio,
1 pizzico di sale,
250gr di latte di soia,
20gr di zucchero semolato,
20gr di amido di mais,
Scorza di ½  limone,
1 pizzico sale fino,
75gr di panna montata senza lattosio,
cocco rapè o 
Preparare gli snowflakes:
Setacciare le
polveri in una ciotola e tenerla da parte.

Montare il burro con lo zucchero fino ad avere un
composto soffice e cremoso. Aggiungere poco per volta le polveri alternandole
con il latte di soia e la vaniglia, mescolando delicatamente e le mandorle
tritate.

Montare gli albumi a neve
ferma con un pizzico di sale, aggiungerli al composto e mescolare delicatamente
dall’alto al basso.
In uno stampo sagomato con formine a forma di fiocchi di neve
(snowflake), riempire per ¾ con l’impasto  aiutandosi con un sac a poche in modo che l’impasto
entri bene nelle scanalature della forma e cuocere in forno caldo a 160° per
circa 25 minuti.
Far raffreddare bene capovolgendo lo stampo su una gratella  e sformarli solo una volta che saranno ben
freddi.

Preparare la crema al cocco: mescolare
l’amido con lo zucchero e aggiungere a filo pian piano il latte, aggiungere la
scorza grattugiata dei limoni e un pizzico di sale e l’aroma alla vaniglia e
far addensare sul fuoco. Far intiepidire.
 Montare la  e incorporare la crema di latte preparata. Ora potete aggiungere il cocco grattugiato
come metodo classico ma se volete osare un po’ e dare un tocco in più di gusto e
consistenza vi consiglio di aggiungere un soya e coconut dessert Alpro, un
dessert cremoso da un ottimo profumo di cocco alla crema.  Mettere a riposare in frigo finchè non si sarà
ben raffreddata.
Tagliare a metà gli snowflake e farcirli
ocn la crema di latte e cocco con un sac-a-poche a piacere e ricoprirli.
Decorare con zucchero a velo e zuccherini
o come meglio vi suggerisce la fantasia.

PANDOLCE CON CANNELLA E MELOGRANO…. e buona Befana!

Questa notte arriva la befana, quella simpatica vecchietta che a bordo della sua scopa scalcinata e con le scarpe rotte dispenserà dolcetti o carbone a seconda che si sia fatti i bravi o meno…

E’ lei che si porta via tutte le feste come si suol dire e che farà archiviare l’atmosfera magica del Natale fino al prossimo anno.

Quindi le fatiche a tavola di molti non sono ancora terminate! Ma festeggiare non vuol dire dimenticarsi delle cose genuine,così si può anche non rinunciare al dolce se fatto in modo naturale. E’ questo il messaggio che Bellezza al Naturale vuole lanciare e sono orgogliosa mi abbiano scelta per rappresentare il loro pensiero anche per quest’anno.

E’ un sito dove potrete trovare molti consigli su come prendervi cura del vostro corpo rispettandolo e amandolo, e dove potrete conoscere i segreti del mangiar sano e perchè no, di come disintossicarsi dalle tante abbuffate di questi giorni. Inoltre  potrete godere di sconti privilegiati e partecipare a divertenti contest.

Una buona Befana a tutti voi!

A presto!







INGEDIENTI:

250gr di fecola di patate,
300gr di farina macinata a pietra,
15gr di lievito di birra,
80ml di olio di semi di girasole o mais,
100gr di zucchero di canna grezzo,
40ml di latte di soia ALPRO,
3 tuorli,
1 pizzico di sale,
marmellata al melograno,
un cucchiaino di cannella in polvere,
una manciata di chicchi di melograno.


Setacciare la farina e la fecola e metterne 150gr in una ciotola facendo un buco al centro. Sciogliere in 150ml di acqua tiepida il lievito e metterlo al centro mescolandolo pian piano alla farina.

Coprire e far agire per circa 40 minuti al caldo (avvolgendo la ciotola in una coperta al riparo da correnti d’aria o coprendola con un canovaccio e riponendola su un termosifone acceso).Aggiungere i tuorli uno per volta, l’olio,lo zucchero di canna e il latte intiepidito e da ultimo il sale.

Formare una palla liscia e omogenea (se appiccica un po’ è normale) e farla lievitare come prima per circa 2h.

Stendere il pandolce in un rettangolo e spalmarne la superficie di marmellata al melograno,arrotolarla su se stessa e dividere in due cilindri.Incidere ogni cilindro nel senso della sua lunghezza fino a che non si vedano gli strati sottostanti.

Girare il cilindro come una spirale e metterlo in una teglia da plumcake ognuno.Far lievitare coperto ancora circa 40 minuti.

Cuocere in forno caldo a 180° per circa 45 minuti, coprendo la superficie delle teglie con carta d’alluminio per la prima mezzora in modo che non scurisca troppo.Sfornare e far raffreddare decorandolo con lo zucchero a velo biologico e chicchi di melograno.


SACCOTTINI ALLE PESCHE

Al compleanno recentemente la mia dolce metà e i suoi genitori mi hanno fatto un regalo inaspettato rendendomi felicissima! Da tanto tempo desideravo la planetaria e forse avendomi vista in ogni supermercato o negozio di casalinghi rimirare le impastatrici in esposizione con gli occhietti d cane bastonato hanno fatto si che scegliessero la mia prima Kenwood! inutile dire che mi sono messa subito all’opera sperimentando e spaziando dal pan di spagna ai lievitati alla frolla.
Questi saccottini sono quindi il primo esperimento di lievitato con cui ho messo alla prova il mio gioiellino! Non avete idea di quanto semplifichi tutto il processo di preparazione! Ma mi sorge un dubbio forse il regalo era mirato a fare più dolci?
A presto!


INGREDIENTI:

500gr di farina manitoba,
1/2 bustina di lievito di birra disidratato,
180gr di zucchero,
1 cucchiaino di aroma alla vaniglia,
2 uova, più uno per spennellare,
2/3 cucchiai di latte,
80gr di burro,
225/250ml di latte tiepido (37°)
1 cucchiaino di sale,
Farcitura

Marmellata di pesche,

3/4 pesche nettarine,
3 cucchiai di zucchero di canna,
In una ciotola capiente mettere la farina il lievito con lo zucchero e il sale e amalgamarli bene. Aggiungere l’uovo leggermente sbattuto e a seguire il latte tiepido e per ultimo il burro fuso a bagno maria e raffreddato.
Impastare bene per almeno 20 minuti a mano sennò con la planetaria per circa 7/8 minuti.
Mettere in una ciotola leggermente infarinata il composto e coprirlo con un canovaccio. Far lievitare per due o tre ore in luogo tiepido.
In una padella far caramellare le pesche tagliate a fettine con lo zucchero di canna e qualche fiocchetto di burro (volendo si potrà aggiungere un goccio di rum da far sfumare).
Stendere la brioche ripiegandola su se stessa due o tre volte e poi stenderla in un rettangolo da cui si dovranno ricavarsi rettangoli più piccoli.
Spennellare ogni rettangolo con un po’ di marmellata di pesche e distribuire qualche fettina di pesca caramellata.
Chiudere il saccottino piegandolo su se stesso dal lato più corto avendo cura di chiudere bene i bordi in modo da non far fuoriuscire il ripieno.
Posizionare i saccottini su una placca da forno rivestita di carta forno e coprire con un panno, lasciandoli poi lievitare ancora mezz’ora circa.
Spennellarli con uovo sbattuto con il latte e cuocerli in forno riscaldato a 180° per circa 15/20 minuti.


CIAMBELLINE SOFFICI AL MIELE CON LIMONE E CANNELLA

Adoro le ciambelle! Vi siete mai trovati a desiderare quelle famose che in america divorano a colazione? Da noi non esiste Starbucks o la tradizione del caffè “portatile”, da noi i più fanno colazione con caffelatte e biscotti o al massimo con cappuccio e cornetto… quando ero piccina mangiavo delle ciambelline confezionate di una marca famosa sofficissime! Avrei potuto divorarne una scatola intera in una volta senza nausearmi, se solo me l’avessero permesso…poi da qualche anno finalmente i dolci americani sono approdati in Italia e sono molte ormai le pasticcerie o i bar di Torino che presentano i mitici “donuts”… ma le vogliamo chiamare con il loro nome che secondo me rende bene l’idea della loro bontà? “C-i-a-m-b-e-l-l-e!!!”, si  alla Homer Simpson che dà l’idea di quanto siano buoni questi dolcini!! 


Bè è da un po’ che volevo cimentarmi in questi dolcetti, ma il fatto che la maggior parte delle ricette richiedano la frittura in olio caldo mi ha fatta desistere, perchè sono abbastanza restia a far sfrigolare l’olio in padella, non fosse altro  per l’odore che rimane in casa… così mi sono messa a ricercare spunti per fare ciambelline al forno, ma che fossero soffici soffici e andassero via come il pane, quasi come le famose merendine che vi dicevo…


Così complice una gita fuori porta per ferragosto e la teglia per  donuts di Silikomart ho pensato che delle ciambelline rustiche sarebbero state il tocco in più per questo classico picnic estivo, da assaporare tra una chiacchiera e l’altra seduti comodamente su un prato. Un dolcino leggero e semplice, con il suo gusto speziato di cannella ma anche fresco di limone, e il  il tocco “rustico” del miele… 

Buona merenda a tutti!

A presto…









INGREDIENTI:
3 uova
60 gr di miele al limone
100gr di zucchero di canna
150 gr di farina
100 gr di fecola
130gr di burro senza lattosio Della Torre Val di Non,
130 ml di latte di soia Alpro
una bustina di lievito
cannella in polvere
scorza grattugiata di mezzo limone

Far fondere a bagnomaria (o al microonde) il burro e lasciarlo raffreddare a temperatura ambiente.

Montare con le fruste elettriche le uova con lo zucchero e dopo qualche minuto aggiungere il miele, fino ad ottenere un composto bello gonfio e spumoso. 

Aggiungere il burro fuso sempre continuando a montare e  seguire il latte a temperatura ambiente.

Setacciare la farina con la fecola, il lievito e la cannella ed aggiungerla al composto continuando a montare, un po’ per volta.

Riempire gli stampini da “donuts” con  il composto solo per metà  e cuocere in forno preriscaldato, a 180° per circa 25 minuti.

In un piattino mettere dello zucchero semolato e della cannella in polvere e intingerci le ciambelline spennellate prima con gelatina.


PLUMCAKE CUORE BATTICUORE

Eccomi di ritorno! E’ stato un periodo molto intenso in cui ho dovuto abbandonarvi momentaneamente perchè avevo un’impresa da compiere. 
Eh sì, è stato duro e non privo di difficoltà e rinunce ma sono arrivata alla fine del mio percorso di studi e formazione professionale e con l’esame di stato appena sostenuto ho chiuso un capitolo lungo e importante della mia vita aprendone uno dove spero di raccogliere i frutti di tanta fatica! 
Da pochi giorni, infatti sono diventata un consulente del lavoro!
Ma questo non vuol dire che abbandonerò le mie passioni nè tanto meno queste pagine!


Così complice la festa di San Valentino che si avvicina e Bellezza al naturale che mi chiedeva un’idea per una ricettina salutare in tema, mi sono messa all’opera e ho pensato: “cosa c’è di meglio che svegliarti con il tuo lui o la tua lei e fare colazione insieme, il giorno di San Valentino?”. Così è nato questo plumcake soffice e goloso ma al tempo stesso delicato e naturale.


A presto.



INGREDIENTI:


Cuoricini redvelvet
2uova,
150gr di farina di riso,
120gr di burro chiarificato, 
12gr di stevia,
1 vasetto di yogurt greco zero grassi alla vaniglia,
1 cucchiaino di aceto di mele,
2 cucchiai di cacao amaro equosolidale,
1 bustina di lievito per dolci,
1 pizzico di sale,
colorante alimentare rosso,

Plumcacke
180gr di albumi,
200gr di farina di riso,
50gr di amido di mais,
100gr di zucchero semolato fine (zefiro)
100gr di margarina bio,
100ml di latte di soia Alpro,
1 cucchiaino di aroma alla vaniglia naturale,
1 bustina di lievito,
8gr di cremor tartaro,
1 pizzico di sale,

Zucchero impalpabile SukrinMelis per spolverare.



Per i cuoricini: 
Mescolare le polveri con il lievito e il sale in una ciotola.
a parte montare la margarina con lo zucchero e aggiungere lo yogurt e l’aceto di mele. Unire le polveri e da ultimo il colorante rosso.
Versare il composto in uno stampo da plumcake regolare precedentemente ingrassato con la margarina e rivestito di carta forno. Cuocere in forno preriscaldato a 160° per circa 30 minuti.
Far raffreddare e sformare. Tagliare a fettine e ricavare da ognuna dei cuoricini (abbastanza spessi) e mettere da parte.

Per il plumcake:
Setacciare le polveri in una ciotola e tenerla da parte.
Montare la margarina con lo zucchero fino ad avere un composto soffice e cremoso. Aggiungere poco per volta le polveri alternandole con il latte e la vaniglia, mescolando delicatamente.
Montare gli albumi a neve ferma con un pizzico di sale, aggiungerli al composto e mescolare delicatamente dall’alto al basso.

In una forma da plumcake ingrassare con la margarina e rivestire con carta forno, posizionare in verticale i cuoricini rossi e versarvi intorno fino a coprirli l’ impasto del plumcake.
Cuocere in forno caldo a 160° per circa 30 minuti.

Far raffreddare e sformare.

Può essere accompagnato con una gelatina di lamponi freschi o panna vegetale montata.


BISCUITS SPEZIATI ALL’ARANCIA

Ormai l’aria di festa e l’atmosfera del Natale è ovunque, io non so voi ma ne sono totalmente conquistata ed assorbita. Qualche anno fa era l’8 dicembre il giorno di festa in cui tutti prendevano d’assalto i negozi per iniziare lo shopping natalizio, le piazze si riempivano di fiere e mercatini e tutto si colorava di rosso. Ma cosa fondamentale si allestiva l’albero di Natale! A casa mia è ancora così, si tirano fuori l’albero (ogni anno un po’ più acciaccato), le decorazioni e le luci e la casa prende un’altro aspetto. In effetti ogni anno si aggiunge qualcosa e devo dire che sta casa mia sta diventando davvero un po’ kitsch, un misto tra la casa di babbo natale e la fabbrica di Willy Wonka.

Quest’anno ho deciso di non comprare dolcetti confezionati da appendere all’albero, ma di farli io sperimentando la teglia in silicone Winter cookies di Silikomart e con i suoi soggetti originali…avete visto la renna quant’è carina?

Buon albero a tutti!



INGREDIENTI:
150gr di Farina di riso,
150gr di Zucchero,
5 uova,
1 cucchiaio di Lievito,
1 pizzico di Sale,
1 cucchiaino di spezie a piacere,
1 fiala di aroma all’arancia,
2  cucchiai di cacao amaro,

Separare i tuorli dagli albumi.
Lavorare i primi con lo zucchero con una frusta elettrica fino ad avere un composto cremoso e chiaro. Aggiungere un pizzico di sale e l’aroma all’arancia.
Incorporare poco per volta la farina setacciata con il lievito, le spezie e il cacao, mescolando delicatamente dall’alto al basso con un mestolo di legno.
Montare a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale e aggiungerli all’impasto sempre mescolando delicatamente. 
Versare l’impasto nelle formine e cuocere in forno già riscaldato a 160° per circa 15 minuti, finchè non saranno dorati.
Far intiepidire i biscuits e sformarli facendoli finire di raffreddare su una gratella. 
Decorarli a piacere, io ho usato della ghiaccia reale e del gel alimentare rosso.

PAIN AU CHOCOLAT

Eccomi di ritorno! Vi sono mancata? Diciamo che uscire dall’ospedale e trovare ad attendermi questo gran caldo non mi ha per niente aiuta, ma pian pianino mi sto riprendendo ed è tornata la voglia di cucinare!
Tra la voglia e il mettermi all’opera sono passati un po’ di giorni (vedi problema caldo) ma quando gironzolando su internet (ultimamente lo faccio spesso, essendo in convalescenza ho molto tempo) mi sono imbattuta in questa ricettina pubblicata sulla pagina di facebook di Sale&Pepe, ho sentito solleticare le mie papille gustative. Il risultato  è stato un’ottima merenda nonché un dolcissimo accompagnamento alla disfatta della nostra Nazionale (almeno ha mitigato il dispiacere della finale con la spagna). Vi lascio alla ricetta e io continuo la mia convalescenza fatta di lunghe letture e sonnellini nonché film conditi da qualche passeggiata con il cane al fresco (si fa per dire) del dopocena il piacere di riscoprire i tempi lenti, di non dover correre per fare qualsiasi cosa e di soffermarsi di più sui momenti che si vivono . A presto.




Ps Quasi dimenticavo! Grazie  Cascina San Cassiano per il terzo posto raggiunto nel vostro “Cook the movie contest” e complimenti agli altri blog che hanno condiviso con me il podio! Qui troverete tutti i dettagli e a breve seguirà un post ad hoc con la ricetta che mi ha permesso di vincere il terzo premio.


INGREDIENTI:
125gr di farina 00
125gr di farina 0 manitoba
170gr di margarina
1 bustina lievito mastro fornaio
80gr di zucchero semolato
3 uova più 1 tuorlolatte qb
7gr di saletavoletta di cioccolato fondente
Mescolare il lievito con 3 cucchiai di latte tiepido e 2 cucchiaini di zucchero.Mettere la farina su una spianatoia a fontana e spargere sui bordi il sale. Al centro versare le uova e il lievito  e impastarli a poco a poco con la farina usando una forchetta. Impastare bene per circa 10 minuti.Amalgamare la margarina a temperatura ambiente con lo zucchero e incorporarla poco per volta all’impasto. Impastare per almeno 20 minuti, poi mettere il panetto in una ciotola e coprire con un telo. Far lievitare per 2 ore in luogo tiepido (Avevo l’imbarazzo della scelta vista la temperatura climatica).Lavorare un po’ l’impasto e allargarlo bene con le mani poi stenderlo con il matterello in un rettangolo grosso ad uno spessore di circa 1/2 cm. Ricavare tanti rettangoli di circa 11x7cm. 
Prendere 1 rettangolo di pasta dal lato più corto e disporvi 1 quadrotto di cioccolato a 4 cm dal bordo e disporne un’altra a 4 cm dall’altro bordo e ripiegare di nuovo la pasta. Mettere i panetti su una placca coperta da carta forno e coprirli con carta d’alluminio e farli lievitare per altre 2 ore. Spennellarli con il tuorlo sbattuto con un po’ di latte e cuocere in forno caldo a 170° per circa 15 minuti. Per lucidarli un po’ io ho preparato un po’ di sciroppo di zucchero e con questo li ho spennellati appena sfornati.


BOMBOLONI AL FORNO

In questo periodo di carnevale appena passato..si lo so ultimamente arrivo sempre tardi..il web, le riviste e la tv pullulavano di ricette frittissime che più fritte non si poteva…considerando lo spazio della mia cucina e il non amare molto il fritto..lo lascio a chi lo sa far bene e così mi sono assolutamente goduta le fritteline di mele che la mia nonna (maga del fritto non unto) fa ogni anno per martedì grasso…ma mi è rimasta lì una voglia di bomboloni….così mi sono messa alla ricerca di una variante al forno ed eccola qui! Sono deliziosi certo non uguali a quelli fritti..assomigliano di più a dei panini dolci e se avessi l’impastatrice non ci avrei messo mezz’ora ad impastarli per farli belli soffici…ma che soddisfazione! E poi lo vedete lo zucchero con cui li ho spolverati? Bé è un prodotto fantastico che ho conosciuto girovagando nel web e cercando zuccheri naturali.. bé l’ho trovato! SukrinMelis è una polvere extra fine 100% naturale ve lo consiglio!




INGREDIENTI:
190gr di farina 00
70gr di farina di riso
250gr di farina manitoba
1 bustina di lievito di birra liofilizzato
100gr di zucchero di canna
5gr di sale
50ml di olio di semi di girasole
2 uova
200ml di latte di soia
1 bacca di vaniglia
marmellata biologica
zucchero a velo SukrinMelis
In una ciotola capiente mettere le farine setacciate. Al centro mettere il lievito e lo zucchero e lavorarli insieme.  Rompere le uova al centro e mescolare bene prendendo un po’ di farina dai bordi. Aggiungere l’olio e mescolare, la vaniglia e il latte appena tiepido.  Spargere il sale sui bordi della farina e incorporala pian piano partendo dal basso al composto centrale fino ad averla amalgamata tutta.  Rovesciare l’impasto su un piano da lavoro infarinato e impastare per almeno 20 minuti se non si dispone di un’impastatrice….e io che sono masochista l’ho impastato per mezz’ora…però il risultato è stato ottimo..dei bomboloni sofficissimi.
Mettere l’impasto in una ciotola leggermente infarinata  e coprire con un canovaccio, poi mettere a lievitare in un posto caldo..io ho messo la ciotola su un termosifone e l’ho fatto lievitare per circa 4 ore (più lievita e meglio è). 
Dividere l’impasto in tante pagnottine da circa 50gr l’una. Appiattirle una per una e mettere al centro un cucchiaino di marmellata (io ho usato quella fatta in casa dalla mia mamma solo con fruttosio!), riformare le palline chiudendo la pasta ben bene sulla marmellata e metterle su una teglia coperta da carta forno ben distanziati tra loro. 
Far lievitare nella teglia ancora un’oretta poi cuocere a 160° per 15 minuti (il mio forno scalda parecchio..la ricetta originale parlava di 180°).
Quando freddi spolverarli di zucchero a velo..se riuscite a non finirli tutti si conservano qualche giorno come appena fatti 🙂